5 settembre 2016

Qualche giorno fa vi avevamo parlato dell’imminente evento targato Roland in programma per venerdi 9/09: sono emerse delle immagini riguardanti le nuove Roland TR-909 e TB-303.

La data è alquanto iconica per il marchio giapponese (9/09) e per la drum machine che tutti conosciamo come pietra miliare di tanti generi elettronici fra cui la techno.

Oggi possiamo finalmente comunicarvi qualche dettaglio in più sui nuovi prodotti che Roland aggiungerà alla sua serie Boutique. Oltre al remake delle due macchine, nella giornata di ieri sul sito internet tedesco Sequencer.de è stata pubblicata una foto trafugata del nuovo synth marchiato Roland: SYSTEM 8 (guarda qui).

Il SYSTEM 8, come ci mostra la foto trafugata , presenta un display doppia lina con caratteri a 8 segmenti, alla cui destra troviamo un sequencer a 16 step in stile AIRA, nella parte superiore partendo da sinistra in altro, un oscillatore LFO, due oscillatori completamente programmabili, un sub-oscillatore, una sezione mixer per miscelare le onde prodotte da queste 4 sezioni.

system 8

Proseguendo ancora verso destra troviamo la sezione FILTRI molto completa e versatile, e ancora una sezione dedicata agli effetti.

Il tutto già corredato con la tastiera semipesata inclusa nel case. Da come si legge inoltre, dovrebbe contenere anche i suoni storici di TR-909 e TB-303.

Uno strumento che si prospetta veramente completo ad un prezzo, che si legge nella foto trafugata, di 1.499 dollari.

System 8

Altro leak riguarda l’impostazione che dovrebbero avere le versioni boutique delle TR-909 e delle TB-303, anche se questo rumor parrebbe meno confermato, pubblichiamo ugualmente i due rendering che abbiamo trovato di queste presunte nuove macchine.

tb 03

Ci auguriamo che questi remake e questi nuovi prodotti siano di stimolo per l’industria musicale come lo furono i loro predecessori negli anni ’80.

tr 09

Molto decisa anche la politica commerciale di Roland che, a differenza di Technics che ha rilanciato il suo storico giradischi a prezzi per ricchi (leggi qui la notizia), ha deciso di mantenersi su cifre non elevatissime per strumenti con queste caratteristiche.

Non ci aspetta che attendere venerdì.

Alessandro Cocco