È ormai da decine di anni che ingegneri ed esperti si dedicano alla creazione e allo sviluppo di giradischi sempre più sofisticati e ricercati, alla continua ricerca della perfetta fusione tra un design il più attraente possibile e un suono pulito e perfetto.

Questa incessante sperimentazione ci ha regalato nel tempo un numero non indifferente di giradischi caratterizzati, ovviamente, da una qualità sopraffina, ma anche da alcune particolarità che li rendono squisitamente interessanti, se non unici.

Dai giradischi più minimalisti ai più complessi, dai più bizzarri ai più costosi, noi ne abbiamo selezionati 15 che probabilmente non potrete mai comprare visti i costi e le reperibilità, ma che sicuramente passeranno alla storia, per un motivo o per un altro.

Ecco la classifica che ha stilato saggiamente TheVinylFact.

Beng & Olufsen Beogram 4000

Il primo giradischi tangenziale capace di leggere la posizione delle tracce sul disco, disegnato e sviluppato da Jacob Jensen a inizio anni ‘70.

Pro-Ject Debut Carbon Turntable

Primo, tra i giradischi con braccio in fibra di carbonio, ad avere un prezzo relativamente accessibile.

Pro-Ject Debut Carbon (DC) 2M red
Pro-Ject Debut Carbon (DC) 2M red
Prezzo 329.99€
Compra ora

The Shrine

Complessa infrastruttura in legno progettata dal tedesco Sigmund Larsen che, oltre al giradischi vero e proprio, ospita diversi scompartimenti. Il tutto accessibile esclusivamente con una chiave.

Wega 3300 Stereophonic System

Capolavoro di design in legno e metallo, progettato nel 1963 da Verner Panton

Reboot

Deck estremamente essenziale, perfetto esempio della mentalità “less is more”, progettato da Siddharth Vanchinathan nel 2012

Custom Rega RP3

Base e piatto in materiale acrilico trasparente, per un prodotto di estrema qualità anche dal punto di vista del suono

Scopri la migliore offerta su Amazon.it  

Sony Flamingo PS-F9

The Nordic Concept Reference Turntable

Michell Transcriptor

Giradischi progettato da John Michell, l’ingegnere creatore della navetta “Discovery” utilizzata nel film 2001: Odissea nello spazio e degli occhi del celebre robot di Star Wars C3P0.

Silvan Audio Workship

Padre e figlio (Gary e Kent Walter) hanno creato insieme questo giradischi usando legno massiccio e componenti Rega

Electrohome 861 Apollo

Pezzo messo in commercio da Electrohome nel 1970, chiaramente ispirato alla missione Apollo 11 che portò per la prima volta l’uomo sulla Luna nell’anno precedente.

DIY Lego DJ booth

Vero e proprio giradischi fai-da-te progettato da Kai Müller per Style Spy, venduto con tanto di libretto di istruzioni per assemblare correttamente la base, fatta di oltre 1400 mattoncini Lego.

DaVinciAudio Gabriel

165 kg e ben 4 bracci per questo giradischi tutt’altro che discreto.

Transrotor Artus

Il giradischi più costoso al mondo: 150.000 dollari per questo impressionante deck alto 120 cm e pesante circa 220 kg.

(Via TheVinylFact)

Alberto Zannato

No more articles