eighty four − 81 =

Time Warp ha deciso di festeggiare il suo ventesimo compleanno con un libro che documenta l’intera storia del festival, dalla prima edizione all’ultima.

Il volume, intitolato “The True Is On The Dance Floor”, descrive la storia del Time Warp dalle origini, raccontando di come una piccola organizzazione di promoters di Mannheim sia riuscita a creare quello che è attualmente uno dei festival più seguiti ed importanti del pianeta.

La storia del Time Warp inizia in una location periferica, una classica warehouse dotata di uno scenario unico e di un unico sound system. Da quel lontano 26 Novembre 1994, quando ancora il festival non si chiamava Time Warp ma “The Warp”, all’edizione 2016, l’evento si è evoluto al punto da essere un colosso internazionale che ha consolidato il proprio marchio anche negli Stati Uniti, con la sua edizione newyorkese.

Negli anni il marchio Time Warp ha viaggiato molto, soprattutto tra i paesi del vecchio continente, passando anche da Milano nel 2012. Il libro del ventennale però racconta la storia dell’edizione madre, della sua evoluzione, di come si è trasformato il brand grazie all’appoggio di personalità di primissimo livello della scena techno internazionale, su tutti quelle di Sven Väth, Carl Cox, Laurent Garnier e Richie Hawtin.

time warp

Tra le pagine di “The True Is On The Dance Floor” si potranno scoprire numerosi retroscena che riguardano gli allestimenti, i visual, le preparazioni degli artisti nel backstage, l’evoluzione e la realizzazione delle coreografie. Gli appassionati potranno tornare indietro nel tempo ed in qualche modo rivivere le tappe più belle di uno dei festival più longevi del mondo. Dal ritorno di Plastikman live nel 2010 agli imperdibili closing di monsieur Laurent Garnier in una sala 5 illuminata dalle luci del mattino.

Il volume si può ordinare direttamente dal sito Time Warp QUI, e fino al 16 di questo mese si potrà godere di uno speciale sconto natalizio.

In attesa della prossima edizione, prevista per sabato 1 aprile 2017, potrete viaggiare a ritroso nel tempo con la nostra raccolta di tutti i flyer delle passate edizioni di Time Warp (QUI), e con l’aftermovie del 2016.

Alessandro Carniel