thirty eight + = 40

Siamo certi che nel Duemila nessuno più crede agli spiriti, ai mostri, al soprannaturale. Ma se vi dicessimo che sabato 6 Settembre, a Napoli, un soffio vitale di natura incorporea si fosse palesato davanti ai nostri occhi e alle nostre orecchie?! Forse solo chi c’era ha avuto la nostra stessa sensazione, o forse anche chi Napoli la vive con grande empatia sa che questa terra è un fermento di intelligenza, di menti capaci di farsi voler bene in maniera quasi magica. Qui non c’è superstizione, qui c’è tradizione.

Il club, la musica, l’allegria, la bella gente, è solo un frutto ed una conseguenza di ciò che è l’amore per la vitalità.

All’ippodromo di Agnano, i ragazzi di Nice to Be hanno regalato a tutti una serata che rimarrà negli annali della night life.

Ellen Allien, lei incarna il principio immateriale della musica elettronica, quando cammina per raggiungere la consolle sembra volare, è avvolta da un’aura di “santità”, di storia, che solo i veri clubbers sanno percepire, e Nice to Be lo sa bene. La sua musica è stata sfrontata, ha fatto ballare tutti, ha sfoggiato pezzi altamente techno, ha creato e ricreato la festa, ha regalato a tutti un sorriso.

Diego Amura ci ha lasciato a bocca aperta, prima di Ellen credevamo che il ritmo fosse più blando, invece Diego ha sparato a zero, mitraglie underground che ci hanno infiammato. Set di una pulizia chirurgica, selezione musicale di altissima qualità.

Ottima esibizione anche per L D F, che ha aperto la serata con grande stile e preparazione.

Ecco a voi un piccolo report video che vi farà captare l’atmosfera magica che quella sera si è creata.