− one = 1

Il Frame Party è pronto ancora una volta a viziare il suo dolce pubblico con un altro nome altisonante.
Una delle colonne portanti della techno, non solo spagnola, ma mondiale: Paco Osuna.

Paco Osuna inizia la sua carriera come dj nel 1988 in concomitanza con l’esplosione dell’”Acid House Movement” che subito si afferma in Spagna e che veniva suonata allo storico Studio 54, di cui Paco era assiduo frequentatore: fu proprio Raul Orellana, uno dei dj dello noto club, a influenzare il modo di approcciarsi alla musica di Paco Osuna.
A metà degli anni novanta Paco decide di trasferirsi a Valencia, città che gli dona la meritata fama in tempi rapidissimi. I suoi primi set lo vedono resident in locali quali l’“ACTV” o l’ “Heaven” di Valencia. Essendo molto abile a suonare con tre giradischi contemporaneamente, Paco riuscì a conferire al suo sound un groove inusuale per la scena musicale di quel periodo facendosi notare subito dai più noti capostipiti del genere.

Nel 1996 inizia la sua carriera di produttore con l’uscita di tracce come “Smoke Paper”, “Devil’s Club Pt.1” e “Devil’s Club Pt.2” (Lucas records), caratterizzate da sonorità ispirate alla musica house inglese di quel tempo.
Il primo approccio alla techno avviene nel 1999 quando ottiene la residenza in uno dei club più famosi al mondo: l’ “Amnesia” di Ibiza. Qui il dj partito da Barcellona ha la possibilità di conoscere e imparare tecniche di altri dj come ad esempio il “Papa” Sven Vath.
Nello stesso anno Paco inizia la sua carriera internazionale che lo vede ospite di festival molto rinomati quali “Dance Valley”, “Mongros”, “Impulz”, “4 Elements”.

Durante le sue esibizioni Paco riesce a fondere sonorità house e techno, che coinvolgono lo spettatore in un viaggio dal sound coinvolgente, stimolante e mai scontato.
Paco Osuna inoltre si attesta il titolo di primo dj spagnolo entrato a far parte della grande famiglia “Cocoon” !