four + one =

Il MOOG è forse uno degli strumenti più importanti fra quelli che hanno fatto e continuano a fare la storia della musica elettronica. Il progetto con cui BOB MOOG mise a punto questo synth sono finalmente a disposizione grazie all’incessante lavoro fatto dalla Fondazione Bob Moog che ha rilasciato quest’oggi una serie di 18 disegni risalenti al periodo che va dal 1964 al 1982 i quali mostrano l’evoluzione che questo synth ha avuto nel corso di quegli anni.

Alcuni disegni sono stati fatti dallo stesso Moog mentre altri rappresentano il lavoro del pioniere tedesco Harald Bode, padre degli studi che hanno portato ad avere synth polifonici.

Prima di lasciarvi ad alcuni dei disegni, si può vedere la raccolta completa sul sito della fondazione http://moogfoundation.org/schematics/, lasciatemi descrivere lo stupore che ho provato quando ho visto la tavola n1416 datata 1970 che riporta lo schema delle saldature di un filtro del moog sovrapposta allo schema circuitale originale corredata di pochissime note dello stesso Moog. E’ addirittura possibile leggere tutti i valori di capacità, resistenze,ecc.. riferite ai vari componenti e le tensioni presenti sulle terminazioni della scheda…che dire.. WOW!

Alessandro Cocco