eighty two − 80 =

Kerri Chandler ha postato stamattina all’alba un annuncio sulla sua pagina Facebook: qualcuno dalla cabina DJ ha portato via la valigetta. Poco fa la restituzione.

Nelle prime ore di stamattina Kerri Chandler ha dato l’allarme tramite la sua pagina di Facebook del furto della sua valigetta. Sarebbe avvenuto direttamente in cabina mentre il DJ stava suonando. Nel post ha potuto dare spiegazioni dettagliate sull’accaduto: si trovava al Phonox di Londra, la valigetta è una Samsonite nera.

Aveva disposto le sue cose con la giacca piegata sopra questa borsa, e sopra la giacca una borsa più piccola in modo da non rendere immediato l’accesso alla borsa sotto. Chandler ha trovato le sue cose gettate a terra e la sua borsa mancava.

Grazie ai filmati ricavati dalle telecamere di sorveglianza, la security lo ha inizialmente rassicurato sulla possibilità di risalire ai colpevoli, che a quanto viene mostrato sarebbero riusciti ad uscire dopo essere stati fermati sulla porta. Inoltre il DJ avrebbe anche dichiarato di postare le foto dei ladri non appena avesse potuto ottenerle da un suo amico fotografo dell’evento, che aveva scattato tutta la sera fotografie nel locale mentre tutti ballavano. Avrebbe così stretto il cerchio attorno ad una ragazza italiana, descrivendola fisicamente e richiamando l’attenzione degli italiani tra i suoi fan chiedendo se potessero aiutarlo a rintracciarla.

A questo punto, visto che tra filmati e fotografie sarebbe potuto facilmente risalire ai colpevoli (e poi probabilmente far passare loro qualche guaio), ha chiesto che gli venisse restituita la valigetta con il relativo contenuto, promettendo anche di non denunciare il furto alle autorità in caso si fosse potuta risolvere così.

Proprio poco fa l’aggiornamento: la valigetta è stata restituita. Kerri Chandler avrebbe appreso che i motivi del furto sarebbero ascrivibili semplicemente ad ubriachezza, senza particolari fini.

Da una parte il sollievo di aver ritrovato una montagna di materiale multimediale e documenti personali, da un’altra la delusione per un atto meschino e per aver perso alcuni dati, con i ladri che avrebbero messo mano tra le sue cartelle.