Metti in una stanza un producer Techno/House e un sassofonista jazz. Bastano due ingredienti per sfornare Glacial, duo con solo un LP alle spalle, uscito tre anni fa e che ha però ricevuto diverse critiche positive, anche da grandi nomi dell’ambiente.
Ma ora sono tornati, e il 23 Febbraio esce, solo su Vinile, Entropy Ep sulla neonata Six d.o.g.s. Records. Su un lato Entropy gira per più di 14 minuti, senza mai annoiare o far pesare la ripetitività delle percussioni e dei bassi, incastrandosi perfettamente con il sax. I due artisti ci portano così in un viaggio fra le terre Balcaniche, ricche di gioia, rumori ma anche melodie ricercate. Kusturica scopre la musica elettronica, i suoi personaggi stravaganti, a volte volgari e osceni, ballano sui quattro quarti del brano.
Stoya, sul lato B, è una traccia più intensa e calda. Forse un omaggio alla focosa diva Hard, perché di glaciale ha pochissimo, ma tanto dei Glacial. Metà degli 8 minuti totali, sono riservati a Lemos, che tira fuori una sezione ritmica molto ballabile, e che non
riesce a far star fermo davvero nessuno. L’entrata di Ilan, il maestrino Jazz, è qui improvvisa e non graduale.
Entropy Ep appartiene alle poche uscite Tech-house da tenere in considerazione, sfiorando i campi della Minimal e della stessa musica Jazz. I Glacial strizzano l’occhio ai Wareika: quanto ci manca Harmonie Park.

Artista: Glacial
Titolo: Entropy EP
Label: Six D.o.g.s Records/Gilda Series
Data Release: 23-Feb-2015
Formato: Vinile

Tracklist:
A – Entropy
B – Stoya

Edoardo Cutrino