seventy seven + = seventy nine

E’ arrivato il giorno che porta con se gran giubilo nel cuore dei partenopei, grandi intenditori e estimatori di musica, che vada dalla techno più raw alle sonorità più chicaghiane, è in arrivo il party del 12 Settembre.

Questa volta Nice to Be premia più le seconde. Di fatti è in arrivo, a calcare lo stage del Panorama Beach Club di Bacoli, il fantasioso Trus’me che con il tripudio dei suoi suadenti suoni saprà soddisfare il gioioso pubblico delle feste targate NTB.

Naturalmente al fianco della punta di diamante, per un attacco da sogno, ci saranno i fantasisti/seconde punte Agostino Casillo e VPN.
Ecco come ce li presenta Nice to Be:

Che Manchester sia stata il suo punto di lancio nonché l’ispirazione giusta per cominciare una carriera da producer, questo è certo. Le sue prime produzioni risalgono al 2006 per la Chicago Still Music, sostenuto già da nomi quali Gilles Peterson, Juan Atkins e Chez Damier, arrivando in poco tempo a pubblicare il suo primo album “Working Nights” su Fat City Recordings.

In pochissimo tempo ha fondato una label, Prime Numbers, nata e sviluppatasi sulla base di un concetto fondamentale e cioè che la musica da club ha bisogno di cura, dedizione e di competenza. David James Wolstencroft aka Trus’me oggi vanta già una disarmante carriera discografica senza contare le decine di artisti che hanno remixato le sue tracce: DVS1, Marcel Dettmann, Alan Fitzpatrick, LCD Soundsystem, Motor City Drum Ensemble, Roman Fluegel, Luke Hess . Il producer mancuniano ha fatto sfoggio con gli anni delle sue grandi qualità nel djing, ad oggi infatti suona in vari club e festival, tra cui il Weather e il Dimensions. I suoi set sono un’ esplosione di dischi storici, si intravede una ricerca musicale su tutti i fronti, dalla old school all’elettronica più avanguardistica. Classe da vendere in quanto a selezione, linearità e passaggi armonici.

“Musicalmente il mio atteggiamento mentale è sempre andato al di fuori dei confini prefissati, così per me, sia come produttore che come dj, non c’è distinzione tra house e techno. Ho scelto di uscire dagli schemi con le idee musicali che avevo in testa al momento, il che significa che durante i miei inizi si trattava principalmente soul, jazz e disco.”

Ed è proprio questo il nostro pensiero riguardo la musica tutta. Superare i pregiudizi, i limiti, i generi e uscire dagli schemi. Trus’me rispecchia tantissimo le nostre idee e non potevamo non godere della sua esperienza maturata fino ad ora con la musica elettronica.

Insieme a lui, ci saranno in console Agostino Casillo e VNP, entrambi ricercatori di chicche musicali e curiosi di nuove contaminazioni, stili diversi in console e una grande passione per il djing; cura, dedizione e competenza non gli mancano affatto.
Siamo da poco reduci da una forte testimonianza di Mike Servito e Magda su quanto sia stimolante un viaggio a 360 gradi nell’immenso universo della musica e ci ritroviamo già immersi nell’esperienza pluriennale di Trus’me, in un luogo fatto di radici ed influenze diverse, dove il tempo è scandito solo dalla potenza dei beat e lo spazio occupato da suoni pieni e rotondi. Ci vediamo sabato, pronti a ballare fino all’ultimo disco.