forty five − forty four =

reeko-parkett INTERVIEW

Reeko è uno di quei produttori che se non ci fosse, bisognerebbe inventarlo. Sempre sulla cresta dell’onda, è capace di interpretare nel migliore dei modi i gusti e le passioni del pubblico. Riesce con disarmante naturalezza ad anticipare i trend musicali e questo, nel mondo della produzione, può rappresentare un punto di forza non indifferente.

Proprio per questo, noi di Parkett abbiamo voluto intervistarlo, per capire il suo punto di vista sulla musica e sul mondo del clubbing.

Ciao Reeko, benvenuto su Parkett. Abbiamo assistito ad alcuni tuoi live, molto entusiasmanti e trascinanti. Abbiamo notato che la tua piattaforma musicale è Ableton, vuoi spiegarci cosa ti ha portato a scegliere questo software e quale tecnologia usi nelle tue esibizioni e cosa riesci a fare con loro?

La verità è che il mio ultimo utilizzo di Ableton e il controller è avvenuto casualmente. In questo momento uso 3 CDJ per realizzare i miei sets. Ero soddisfatto di tutto ciò che Ableton mi offriva e del prodotto finale che ne conseguiva: veniva usato un controller Vestax che mi permetteva di avere un controllo totale sulle mie tracce, però è stato utilizzato per molti anni. Ora vorrei apportare un cambiamento ai miei sets, e in questo modo sto portando la mia musica verso una techno più da club. Oggi giorno il CDJ è uno standard a livello mondiale e credo che usandolo possa dare un tocco differente alle mie sessioni.

Nel Pole Group c’è molta qualità e sono nomi di tutto rispetto. C’è qualcuno che senti essere un tuo mentore e da cui hai imparato molto?

E’ chiaro che Oscar Mulero è  la persona dalla quale ho imparato molto, soprattutto quando eravamo più giovani ma, contrariamente a quello che molta gente pensa, non credo che sia il nostro mentore ma, se posso dirlo, è stato un grande appoggio nella mia carriera: ha sempre creduto in me e di questo gli sarò sempre grato.

Cosa deve avere un dj per far parte del Pole Group?

E’ importante che sia completamente identificato con la sua musica e con la qualità dell’offerta. Siamo anche una piattaforma che riunisce regolarmente gli artisti.

Quali sono i tuoi progetti futuri?

Non mi è mai piaciuto parlare dei miei lavori futuri, ma sto lavorando su nuove referenze come Architectural e, naturalmente, come Reeko. Ho nuove idee ma è ancora troppo presto per parlarne.

Verso quale ramo si sta spostando per te la musica techno in questi anni, e dove andrà a finire?

Dal mio punto di vista, la techno si sta dividendo in due parti: una la vedo più tech-house commercial e l’altra più sperimentale e oscura, da dove vengono estratte differenti ramificazioni. Credo che sia molto interessante questo versante di techno mentre si analizza molto di più in nuovi suoni. Ritengo che ci sia ancora molto da esplorare.

ENGL – SPANISH VERSION

We have participated at your live event at Affekt Club. They are very exciting and exhilarating. We have noticed that your musical platform is Ableton. Could you explain why did you choose this software? Which technology do you use during your concert performances? What do you make with them? Lo cierto es que casualmente ha sido mi última actuación con Ableton y controlador. Actualmente estoy usando 3 CDJ para realizar mis sets. Estaba contento con todo lo que me ofrecía Ableton y el producto final que conseguía,usaba un controlador Vestax que me ofrecia tener un control total sobre mis tracks,  pero creo que llevo muchos años haciendo lo mismo y quiero darle un giro a mis sets, ya que también estoy llevando mi música hacía un techno mas club. Hoy en dia el CDJ es un estándar a nivel mundial y creo que puedo darle un toque diferente a mis sesiones usándolos. In the Pole Group, there are high quality and many highly respected names. Is there anyone you consider your mentor and from which you learned a lot? Está claro que Oscar es el más veterano de todos y de él que todos hemos aprendido mucho sobre todo en nuestros tiempos más jóvenes,  pero al contrario de lo que mucha gente insinúa tampoco creo que sea nuestro mentor,  si puedo decir que ha sido un gran apoyo en mi carrera ya que siempre creyó en mi algo que le agradeceré siempre.  What should have a DJ to be part of the Pole Group? Es importante que estemos identificados del todo con su música y que ofrezca calidad. Pero tampoco somos una plataforma que cojamos artistas regularmente.  What are your future plans? Nunca me gusto adelantar trabajos muy futures, pero estoy trabajando en nuevas referencias como Architectural y por supuesto como Reeko. Tengo ideas nuevas pero aun es pronto para hablar de ellas. According to you, in which direction is the Techno music going in recent years? Where will it end? (such as tech house, dark, experimental). Desde mi punto de vista el Techno se esta dividiendo en dos partes, una la veo mas tech-house comercial y la otra la veo mas experimental y oscura, de donde se sacan diferentes ramificaciones, creo que es muy interesante esta vertiente de techno ya que se indaga mucho mas en nuevos sonidos. Creo que aun queda mucho por explorar.