two + three =

La label giapponese REITEN di Kosei Fukuda sta per rilasciare “Hypertext”, il nuovo lavoro audiovisivo di uno dei pilastri dell’elettronica tedesca, Tobias Freund, e della visual artist cilena Valentina Berthelon, che insieme danno vita a Recent Arts.

In uscita a febbraio, precisamente l’11, per l’etichetta nipponica REITEN, “Hypertext” è il nuovo album del poliedrico duo Recent Arts. Il progetto includerà anche uno spettacolo e un’esperienza audiovisiva dal vivo che promette di stupire ancora gli spettatori dopo i precedenti debutti all’Atonal e al Säule del Berghain.

“Hypertext” è il terzo album di Tobias e di Valentina Berthelon, che segue l’omonimo Recent Arts e Skin, e, per la prima volta, la media artist cilena mette le mani anche sul suono oltre che sulle immagini.

Immagini intese come catalizzatori per la musica, ispirate dal tempo in cui viviamo o vivremo e dall’enorme mole di informazioni che si susseguono, con le quali a fatica riusciamo a stare al passo, in un continuo di significati ed interpretazioni che si mescolano, si accavallano e si accumulano.

In questo spazio è proprio l’Hypertext, per l’appunto l’Ipertesto (trad. ndr, modello che sta alla base anche del World Wide Web), il concetto chiave su cui si fonda l’album e, piano piano, anche la nostra stessa esistenza di essere umani, capaci di costituire il personale ordine delle cose. Siamo, infatti, sempre più connessi con dispositivi tecnologici e ormai percepiamo parte dell’universo attraverso un flusso costante di frammenti audiovisivi non lineari che i nostri cervelli cercano di elaborare e connettere per trovare proprio quell’ordine.

TRAILER DI HYPERTEXT (RECENT ARTS)

Questa la mission del progetto:

Viviamo nell’era dell’informazione, un’era in cui la nostra capacità di generare informazioni supera la nostra capacità di comprenderle, ecco perché è una grande sfida dei nostri tempi dare un senso ai dati che vengono generati da noi e su di noi. Gli artisti con la loro visione particolare possono esplorare le possibilità estetiche di queste informazioni, rivelare schemi nascosti e creare connessioni significative.

“Hypertext”, quindi, si può definire come progetto sperimentale audiovisivo che mette in sinergia l’idea di dati non lineari e l’elaborazione delle informazioni tracciando parallelismi tra il pensiero computazionale e il modo in cui il nostro cervello umano le elabora biologicamente.
recent arts

Tracklist

A1 / 1. Just Be There
A2 / 2. Automat
A3 / 3. The Game Of Live
A4 / 4. Atonal
A5 / 5. Pull The Emergency Break
B1 / 6. I’ve Got A Better You
B2 / 7. Digital Dictatorship
B3 / 8. Oneness
B4 / 9. Invisible Waves

Artista. Recent Arts (Tobias Freund &
Valentina Berthelon)
Titolo. Hypertext
Cat#. RTN016
Formato. vinile LP/digitale
Label. REITEN
Data rilascio. 11 febbraio 2022

Le giustapposizioni visive create da Valentina, che a volte creano connessioni altre volte allontanano lo spettatore, sono molto intense e stridenti mentre il suono, di cui lei è complice, creato da Tobias sembra quasi catturare l’anima del mondo informatico con ronzii e lunatici paesaggi sonori.

Tobias Freund, alias MetazonePhobia Pink Elln, in fin dei conti è un maestro del suono sin dagli anni ’80. Ha lavorato per molti anni come ingegnere per il produttore tedesco Frank Farian per poi fare il passo oltre e diventare egli stesso artista, collaborando in progetti come Hypnobeat, Sieg Über Die Sonne (con Dandy Jack) e Odd Machine (con Ricardo Villalobos e Atom), fino a produrre e sostenere artisti di fama internazionale come Ellen Allien, Dettmann, Efdemin, e molti altri con il suo studio di registrazione e la sua omonima etichetta Non Standard Studios.

In conclusione vogliamo dare la definizione di Ipertesto: un testo, dove per testo si intende qualsiasi cosa che in un certo qual modo può essere letta (non solo l’idea canonica che vede per testo un insime di parole di senso compiuto, ma anche una strada, un’immagine, una traccia audio lo può essere) con all’interno rimandi e collegamenti (link) ad altri testi. Ad esempio questo articolo è esso stesso un ipertesto.