Technics SL-1200GR è il nome di un nuovo modello più economico di SL-1200G, il nuovo-classico giradischi Technics che ha fatto discutere per il suo prezzo elevato e per il target intenzionalmente mirato agli ascoltatori e agli audiofili, piuttosto che ai DJ.

Ci sarà un Technics SL-1200GR, oltre all’SL-1200G. Proprio in queste ultime ore è giunto un interessante aggiornamento che proviene ufficialmente dalla Panasonic e che riguarda i nuovi giradischi Technics. E’ stata annunciata la produzione di una versione più economica del giradischi SL-1200G, che quindi potrebbe essere appetibile per chi abbia possibilità economiche ridotte rispetto agli audiofili più esigenti.

Questo sottotipo dell’SL-1200G è stato denominato sl-1200GR, ma ancora non si conosce molto al riguardo, soprattutto in riferimento al prezzo che costituirebbe la parte più “controversa” attorno alla questione. Per ora sappiamo solo che sarà un poco più leggero e condividerà molti dei miglioramenti rispetto all’iconico SL-1200 che sono stati implementati nel nuovo SL-1200G.

Durante un’intervista al New York Times il direttore creativo di Technics Hiro Morishita ha spiegato che il nuovo giradischi SL-1200G non avrà come obiettivo di mercato i dj, ma sarà piuttosto destinato ad ascoltatori in alta fedeltà e audiofili. Parlando dei giradischi SL-1200G:

“Il nostro concetto è: dischi analogici per l’ascolto in alta fedeltà. Anche i dj vanno bene, ma sono problematici come target di mercato. Non vogliamo vendere il 1200 come il miglior strumento per il djing. Il 1200 è il 1200”.

Sono queste le parole di Hiro Morishita che lasciano intendere come la sola base dei dj fan del marchio Panasonic non sarebbe sufficiente a far rivivere dignitosamente il brand 1200 anche sotto il punto di vista finanziario. Tutto ciò nonostante il fatto che il modello SL-1200 sia da sempre considerato uno strumento basilare nell’attività del vinyl-djing e abbia fatto la storia in questo panorama, in particolare nella scena dance e hip-hop.

technics sl-1200gr

Va da sé, quindi, che il principale obiettivo di mercato sarà costituito da quei “semplici” audiofili benestanti e più avanti con l’età rispetto ai dj, i quali non dovrebbero avere alcun problema a spendere notevoli quantità di denaro non solo per l’acquisto dei giradischi, ma anche per quella gamma di altri prodotti (amplificatori, casse, equipaggiamento vario) offerti da Technics. O almeno questa è l’evidente speranza di Morishita e del management.

Speranza tutt’altro che infondata, visto e considerato che i 300 esemplari di SL-1200GAE messi in vendita “a sorpresa” lo scorso aprile sono andati a ruba in meno di mezz’ora nonostante il prezzo di circa 3000 euro.

Rimane da chiedersi se a questo punto tutti i dj che avevano intenzione di comprare questa speciale riedizione creata per i cinquant’anni del marchio giapponese, che aveva smesso di produrre il modello SL-1200 nel 2010, si sentiranno in qualche modo “offesi” dalle dichiarazioni di Morishita e punteranno su altri marchi.

In attesa del Technics Sl-1200GR, guarda il making of del nuovo SL-1200

In alternativa potrebbe interessarti il nostro articolo sui migliori giradischi in circolazione.

Alberto Zannato

No more articles