fbpx

Quando la musica non ha barriere, costruisce ponti sicuri sui quali il passaggio è, non solo un dovere che allarga le frontiere, ma anche un piacere.
Così, Venerdì 20 Marzo, LSWHR e Warehouse Roma presentano una prima nazionale di straordinario richiamo: Supercodex, l’ultimo album dell’artista giapponese Ryoji Ikeda, uno dei maggiori esponenti della Computer Music e dell’arte visiva contemporanea.

A seguire un “aftershow“ curato da Resistance is Techno con l’esibizione dei deejay Ø Phase, membro di spicco della celebre etichetta belga Token Records, Abdulla Rashim e Asymptote.

RYOJI IKEDA è uno degli artisti più quotati per la musica contemporanea e le arti figurative degli ultimi decenni. Le sue installazioni ed esibizioni audio-visive sono state presentate nelle maggiori città del mondo tra cui il Centre Pompidou di Parigi, il Time Square Garden di New York, l’Hamburger Banhof di Berlino, il Tate Modern di Londra e il Sònar Festival di Barcellona.

[amazon_auto_links id="73997"]

Ryoji Ikeda approda in Italia con l’avvenieristica trasposizione multimediale del suo ultimo, acclamato lavoro, Supercodex. Un gioiello che completa la trilogia inaugurata nel 2005 con Dataplex e proseguita con Test Pattern (2008): tre lavori in cui l’artista ha confezionato i risultati di una complessa ricerca sul rapporto dualistico fra il suono digitale e la sua traduzione in forma di dati informatici.

I suoi lavori nell’arco di venti anni hanno sempre affrontato il rapporto fra arte e tecnologia, attraverso il trattamento di suoni provenienti dai più svariati strumenti digitali come il fax, fonti radio e computer a cui si uniscono i ritmi e andamenti provenienti dai generi ambient, dub o minimal techno. Questo impianto musicale viene sempre associato all’uso di imponenti strutture visive o installazioni multimediali. Le sue esibizioni sono un’esperienza unica ed entusiasmante, a livello sia estetico che strettamente sensoriale.

Ø PHASE è il nome d’arte del produttore londinese Ashley Phase. Dopo un lungo periodo di apprendistato in diversi studi di registrazione, Phase si dedica alla produzione di brani che alternano le sonorità più crude della techno agli andamenti ritmati e incalzanti provenienti dalla scuola di Detroit. Le successive pubblicazioni avvenute con etichette di prestigio come la Inigo Records di Ben Sims e la Token Records, conferiscono al suo progetto una visibilità internazionale che gli hanno permesso di esibirsi nei club più prestigiosi in Europa.