7 + two =

Melanconica, soffocante, eternamente profonda.
Questi sono tre aggettivi che caratterizzano la musica che ci hanno lasciato i Joy Division, e più in là, dopo la prematura morte a 23 anni del frontman Ian Curtis, i New Order.

Rivivere tali emozioni ora sarà possibile grazie all’unica data italiana che Peter Hook, fondatore, basso e voce dei New Order è farà nella nostra Penisola, a Roma precisamente Venerdì 24 Luglio al circolo Andrea Doria.

Una data imperdibile con un artista che dal 2010 continua con la sua band a infiammare le sale da concerto di tutto il mondo onorando la memoria dei suoi gruppi storici: i New Order e i Joy Division.

Dopo una leggenda come Peter Hook ne arriva un’altra: Speedy J, pseudonimo conferitogli per la sua velocità e abilità in consolle, è uno dei personaggi più influenti della techno europea. Assieme a lui Asymptote e Luciano Lamanna, per l’ultima data mensile di Resistance is Techno.

PETER HOOK: Il leggendario fondatore, voce e basso dei New Order e fondatore e bassista dei Joy Division rimane energeticamente devoto alla musica, al rock and roll e ai vecchi tempi: Non solo con la sua nuova band. The Light, ma anche facendo il DJ per il mondo con la FAC 51 The Hacienda e come autore di libri che raccontano entrambe le sue esperienze all’Hacienda e con la sua prima band: i Joy Division.

Il suo essere presente sulla scena, guardando oltre tutti i 30 anni di carriera da musicista, lo ha visto ridefinire il suo ruolo ed ispirare innumerevoli giovani bassisti nel suonare i classici come “Love Will Tear Us Apart“, “Atmosphere“, “Ceremony“, “Blue Monday“, “Temptation“, “Faith“, “Bizarre Love Triangle“, “Crystal” e altri ancora.
I Joy Division e la Factory Records continuano ad essere citati come fonte di ispirazione da innumerevoli band contemporanee, come The Killers, The Chemical Brothers e Hot Chip.
Quando Peter Hook e i suoi colleghi alla Factory Records aprirono il locale The Hacienda nel 1982 e pubblicarono “Blue Monday” dei New Order nel 1983, sia il locale quanto la direzione musicale della band trovarono ispirazione dai DJ, dai clubbers e dai promotori durante l’ascesa della musica dance anni ’80 e ’90, diventando giustamente i pionieri della club culture come la conosciamo noi oggi.

SPEEDY J: Insieme a personaggi come Laurent Garnier, Aphex Twin e Richie Hawtin, Jochem Paap in arte Speedy J, è stato uno dei maggiori contribuenti nel sviluppare la techno music al di fuori dal suo luogo di nascita: Detroit. Ma nel giro di pochi anni, con uscite come Energy No.1 e A shocking Hobby, Il sound di del producer olandese si è arricchito di nuovi spunti e ritmicità che si riveleranno determinanti nell’intraprendere nuove sperimentazioni interdisciplinari. Si apre così una florida collaborazione con video-artists e registi che raggiungerà il massimo livello artistico con DVD Umfeld: un pioneristico viaggio elettronico che rappresenta un punto di riferimento totale per numerosi compositori contemporanei.

Speedy J è stato fondamentale anche nello sviluppo delle esibizioni live insieme a Chris Liebing, grazie all’uso inedito di Traktor e altre tecnologie software. Speedy J in poche parole è la quintessenza dell’esplorazione e dello sviluppo della musica techno.

BIGLIETTI
ingresso 18,00 euro

prevendite early bird 10,00 euro + d.p.

prevendite regolari 13,00 euro + d.p.
disponibili su www.youticket.it

Official event Peter Hook

Official event Speedy J