forty nine − = forty five

Diamo un’occhiata al nuovo prodotto MPC della famiglia Akai Professional : Akai MPC Touch, in vendita sul sito italiano di Amazon.

Il nostro nuovo MPC Touch è un evento incredibilmente degno di nota nell’evoluzione della linea di prodotti Akai Professional; anni di ricerca, di feedback dei clienti e di sviluppo ingegneristico d’avanguardia, ci hanno condotto direttamente al più capace ed innovativo MPC che abbiamo mai creato.”

 Queste le parole di Don Gill, product manager per Akai Professional. Andiamole a verificare.

Il nuovo arsenal gear della storica serie MPC vuole riscrivere le regole  con un work-flow molto intuitivo abbinato alle funzionalità multi-touch del nuovissimo display da 7’’ RGB, permettendo un’esperienza di produzione unica; si può letteralmente modellare la forma d’onda, “pizzicando” lo schermo e scrivere eventi MIDI, regolare gli inviluppi, tagliare i campioni, aggiungere effetti e settare tutti i controlli manualmente.

Caratterizzato dal classico tocco della serie MPC e con i pad notevolemnte migliorati, l’Akai MPC Touch incarna i migliori elementi di produzione del passato, proiettandoli nel contempo, verso il futuro, creando un metodo di lavoro mai visto prima col touch-screen.

Nella fase di creazione dell’Akai MPC Touch, il team di lavoro ha stabilito come linea guida l’iconica serie MPC, combinando le possibilità di un macchinario professionale  con l’utilizzo semplice e tattile che si può avere con un tablet o uno smartphone e bisogna dire che c’è del vero potenziale in questa idea.

Il limite che salta subito all’occhio degli amanti della serie MPC è che non è un sampler standalone: il software incluso nell’Akai MPC Touch è imprescindibile, ma comunque presenta due input per il campionamento, oltre all’uscita stereo, l’uscita cuffie e il MIDI i/o.

L’Akai MPC Touch è equipaggiato da circa 20 GB di suoni prodotti dai protagonisti principali del mercato dei samples come Air, CR2, Toolroom, MVP Loops, Sonivox e Prime Loops .

CARATTERISTICHE

  • Display multi-touch a colori da 7’’
  • 16 MPC Pad retroilluminati in RGB sensibili al tocco (velocity-sensitive)
  • Scheda audio integrata: 2-in/2-out, headphones out, MIDI I/O
  • Sequencer con interfaccia multi-touch
  • Controllo effetti XYFX con possibilità di modifica in “real-time”
  • Looping, possibilità di connettere l’Akai MPC Touch ad altri strumenti per creare loop
  • Settaggio sensibilità dei pad, panning, possibilità di aggiunta di effetti in VST
  • Controlli di editing del suono per modificare i campioni
  • 4 nuovi controlli touch-sensitive
  • Knobs e tasti di navigazione per controllo real-time sui parametri
  • Software MPC incluso con 20 GB di campioni

REQUISITI

  • 2 GB di spazio libero sul disco per l’installazione
  • 20 GB di spazio libero sul disco per l’installazione completa dei contenuti di tutto il pacchetto
  • 4 GB di Ram (8 GB raccomandati)
  • Processore Dual Core, da minimo 2,5 GHz
  • Mac OS x 10.9, 10.10, Windows 8, Windows 10
  • I prezzi di pre-order si aggirano attorno ai 700 €; l’uscita è prevista in questi giorni novembrini.
  • I presupposti per definirlo un evento davvero degno di nota ci sono tutti per l’azienda giapponese, ma bisognerà toccare con mano per vedere se è il più capace ed innovativo MPC mai creato.

Matteo Manfellotti