+ sixty four = sixty eight

Una leggenda, Carl Cox, un uomo che vanta una collezione di più di 150.000 vinili ordinati cronologicamente, un Dj con la ”D” maiuscola, che fa ballare le folle dalla metà degli anni ’80: ce lo godiamo in questo video del 1995 girato durante il “Mayday Reformation”.

Carl Cox – come si può notare anche in questo set del 1995 registrato durante il “Mayday Reformation” – ha sempre preferito suonare house e techno molto veloce con un approccio fortemente hip-hop: mani incollate ai vinili e al crossfader (e non incollate a computer e controller, per intenderci), mixaggio rapido e tempi strettissimi.

Come dichiarato dallo stesso Cox in un’intervista a FACT:

Il mio stile hip-hop è basato tutto sulla rapidità e la velocità del mixing. D’altronde, quando stai mixando con tre piatti contemporaneamente, devi per forza essere veloce!”

Vedere oggi tre dischi che girano all’unisono, senza computer, è una rarità. Godiamoci questo video del 1995, Carl Cox, pura old school!

Davide Rotondi