2 + two =

Situazione difficile per The Works, lo storico nightclub di Detroit che sta affrontando uno sfratto giunto tra capo e collo nonostante un contratto di affitto a lungo termine.

È letteralmente un pezzo di storia di Detroit, si chiama The Works e rischi seriamente di chiudere a breve, se qualcuno non farà il possibile per salvarlo.

Il nuovo proprietario di The Works ha deciso, infatti, di non rinnovare il contratto di locazione. Questo mette in grave empasse il gestore del locale, che aveva già ricevuto un preavviso di sgombero dei locali. Si stava procedendo al trasferimento, ma con tempistiche decisamente più lunghe rispetto a quelle imposte dalla proprietà. La vendita è avvenuta a giugno, ma pare che il gestore non ne fosse a conoscenza.

Per più di vent’anni il club di Michigan Avenue ha ospitato i migliori esponenti della Techno mondiale e artisti del calibro di Derrik Carter, Kevin Saunderson, Funxion, Adam X, Egyptian Lover Pete Tong, Land Landstrumm e moltissimi altri. Adesso dovrà trasferirsi in un altro immobile. Questo destino lo accomuna a quello di tante piccole imprese di Detroit che non hanno avuto migliore fortuna. Il The Works infatti è solo l’ultima vittima della “gentrificazione” di Corktown, quartiere popolare che si sta trasformando in una zona residenziale. Questo restyling sta costando caro a molte piccole attività, costrette a trasferirsi, per lasciare il posto a ristoranti alla moda e condomini di pregio.

Non sarà un’operazione facile, poiché la nuova destinazione presenta diversi problemi: gli impianti da rimettere a norma, la sistemazione delle cucine, l’installazione di un ascensore e, cosa fondamentale, il trasferimento delle licenze.

Come riporta il Detroit Metro Times, servirà una somma di 50.000 dollari per completare il tutto. Proprio per questo Tammy Wilcox – Steelman ha aperto una pagina ed avviato una campagna GoFundMe. “Odiamo chiedere” si legge in una nota “ma abbiamo bisogno di soldi per il trasferimento nella nuova sede” che tra l’altro è stata già acquistata. “Stiamo lavorando il più velocemente e duramente possibile per uscire da lì.

Noi non possiamo far altro che invitarvi a fare una donazione a favore di questa importante causa di questo storico e glorioso locale, facendo i migliori auguri per la sua rinascita.

Fai una donazione seguendo questo link.

Serena Patrimia