twenty eight + = 35

L’idea è venuta ad una donna della Nuova Zelanda, ingegnere, di nome Oana Croitoru.

Sappiamo che un disco può essere stampato con una stampante laser 3D fin quando la qualità del mezzo riesce a ricreare le scanalature del vinile, ma ora l’ingegner Oana è andata oltre, creando un lettore a manovella.

Tutti i pezzi del  giradischi sono ben allineati e progettati per adattarsi in un cubo 15x15x15cm. Una volta che tutti i pezzi sono stampati, si possono assemblare in circa 5 minuti. Poi basta aggiungere un po’ di colla per assicurarsi che nulla voli via mentre gira e si è pronti al funzionamento.” Dice Croitoru.

Purtroppo la qualità del suono non è proprio quella che speravamo, come noterete dalla dimostrazione sotto. Ma Croitoru sta spingendo con una versione aggiornata, migliorata, in modo da rendere il tutto ottimale.