thirty four − = 29

Reaktor e DVS1 preparano il ritorno di “The Wall of Sound” durante l’ADE 2017.

L’evento, come ogni anno, prevede la collaborazione del DJ statunitense, il quale disegna un setup sempre diverso e sempre sorprendente. La prima volta, ormai due anni fa a Maasilo, Rotterdam ha visto un intero muro di casse targate Meyer Sound. Un anno più tardi, a Ottobre 2016, il primo evento “ufficiale” targato “The Wall of Sound“.

Inglobato nel tour per i venti anni di HUSH, vide la collaborazione di Danley Sound Lab e RF Shows  nella costruzione di un muro di casse anche visivamente particolare, per la scelta cromatica dell’arancione e l’impiego, per la prima volta, di pezzi targati Funktion One.

Wall of Sound 2016

L’imponente muso di casse usato lo scorso anno

Il concept event, diventato in soli due anni un must per gli appassionati della musica e della tecnologia sonora ad essa collegata, deve la sua reputazione sopratutto alle sperimentazioni avvenute nel combinare speaker top di gamma nel mercato mondiale.

Questa volta 15 subwoofer con doppio cono da 21″, tutti marchiati Funktion One, saranno posizionati all’ interno del Warehouse Elementenstraat in un mega-evento dove, su due sale, si esibiranno otto artisti.

Da una parte Tzusing, Gunnar Haslam e Umwelt, ma sopratutto Lory D. Il Dj romano, che si esibirà in Live, sarà il primo italiano a partecipare all’evento promosso da DVS1.

Nella main room vediamo invece, oltre allo stesso DVS1, Helena Hauff, Oscar Mulero, CEM e un altro live, stavolta quello dei Karenn.

Una line up di altissima qualità per un evento che mira a ricreare l’ambiente dei warehouse rave anni ’80 e ’90 – e in quest’ambiente Lory D, re assoluto dei warehouse romani di fine millennio, sembra la miglior scelta possibile.

Se invece fate parte di quelli che pensano che la potenza sonora non sia tutto, vi consigliamo di rimanere a casa.

Vi rimandiamo a questo link per altre info.