eighty five − 83 =

In uscita la programmazione autunnale di Fabriclive, con l’aggiunta di una gradita sorpresa riguardo la sala 3 del Fabric di Londra.

Il Fabric di Londra è uno dei locali simbolo della clubculture europea, in 19 anni di attività è stato spesso oggetto di invettive e nel 2016 ha rischiato che le sue porte venissero chiuse definitivamente, fortunatamente adesso la situazione è stata riportata alla normalità e il locale situato nel cuore della capitale inglese ha appena annunciato Fabriclive,il progetto autunnale ricco di sorprese.

La prima grandiosa novità sulla quale vale la pena puntare l’attenzione riguarda la sala 3 del club, che per la prossima stagione, soprattutto verso i mesi più freddi, verrà riaperta e accorpata alle aree già presenti.

In tal modo sarà garantita a tutti gli ospiti una maggiore libertà di movimento e maggiore spazio per il divertimento, questo preannuncia forse una programmazione di artisti sempre più ricercati che richiamano a loro un pubblico più numeroso.

La programmazione degli artisti infatti è il secondo punto sul quale ci focalizzeremo anche se non sono stati ancora svelati nomi specifici.

L’organizzazione ha preferito essere più generica e rimanere sul vago, pubblicando solo i nomi delle realtà che ospiterà all’interno del club come ad esempio: High Focus Records, Technique Recordings e Tumble Audio, Metalheadz, AWOL, Nero Presents e la andrà ad infittirsi ancora di più durante i tre mesi autunnali di settembre, ottobre e novembre.

Fabriclive è un concept unico nel suo genere che ha già avuto modo di essere apprezzato dal pubblico britannico è forse per questo che non nasce la necessità di rivelare tempo prima i nomi protagonisti della prossima stagione.

A tal proposito ricordiamo che gli appuntamenti autunnali del Fabriclive saranno in tutto cinque e avranno inizio il prossimo 14 settembre, occasione in cui la sala 3 sarà già stata aperta per ospitare un pubblico esigente come quello del Fabric.