three + seven =

Dopo l’acclamato debutto nell’edizione 2017 del festival di Coachella, Richie Hawtin ha pubblicato in questi giorni un nuovo video per raccontare da vicino cosa succede dietro il pannello di controllo della sua ultima creazione, lo spettacolare show audio-visivo Close.

Close – Spontaneity & Synchronicity è il nuovo e innovativo live audio-visual del DJ e producer canadese  Richie Hawtin all’interno del quale coesistono un’avvolgente tridimensionalità del sound, i visual ipnotici in alta definizione, la versatilità del digital DJing applicata alla performance dal vivo unita gli effetti di un synth modulare, tutti controllati mediante il mixer Model 1 da lui stesso progettato e realizzato; strumenti analogici e device digitali che lavorano all’unisono in modo integrato, il cui risultato in termini di resa sonora è decisamente superiore alla somma delle diverse parti.

“Sono sempre stato molto curioso nel capire fin dove ti puoi spingere attraverso il DJing, e il mio nuovo spettacolo Close è un’esperienza audio-visiva che mi permette di sperimentare molto di più dei miei normali DJ show” ha dichiarato Hawtin; Close vuole esplorare la relazione tra la creatività umana e le tecnologie innovative che mettono un artista nelle condizioni di esprimersi”.

Inoltre, grazie ad un sistema di videocamere che catturano l’intera performance da diverse angolazioni e scompongono i movimenti di Hawtin in un una sequenza cromatica di reticolati visivi, il concept di Close risponde all’ambizioso obiettivo di proiettare l’audience stessa al centro della performance.

Assecondando la libertà creativa caratteristica di Hawtin, Close è un progetto che lascia anche particolare spazio all’improvvisazione come in un continuo work in progress, facendo leva sull’ossessione dell’artista per la tecnologia, tanto per l’opportunità di sperimentarne gli effetti sull’audience, quanto per lasciare aperta la possibilità di introdurre elementi di novità nelle diverse performance rendendole di conseguenza uniche.

Il creatore di Plastikman, infatti, continuerà a portare Close in giro per il mondo per una serie di date particolarmente attese già programmate tra la fine del mese di luglio ed ottobre.

In vista della riprese del tour Richie ha postato un video per i suoi fan e per tutti gli appassionati che descrive con precisione cosa succede sul palco nei diversi momenti in cui Close prende forma.
Spiegando in modo semplice le funzionalità dei diversi strumenti e le complesse interazioni tra i diversi elementi che fanno parte del setup appositamente studiato per la performance, Hawtin si mette dalla parte del pubblico per rendere Close un’esperienza immersiva e coinvolgente.

La sua personale interpretazione dell’interazione analogico-digitale applicata alla musica corrisponde infatti all’ambizione dichiarata dell’artista, di lavorare secondo un metodo capace di stabilire una reale “relazione uomo-macchina“.

Nei giorni scorsi Hawtin ha anche aperto una call per annunciare di essere alla ricerca di un digital content creator in Europa che lavori in esclusiva per il suo team.
Per candidarsi, oltre alle competenze tecniche specifiche, viene richiesta la passione per la musica oltre alla conoscenza del mercato musicale, della scena di riferimento, dell’industria del clubbing e, ovviamente, dell’artista e delle piattaforme attraverso le quali Richie realizza le sue produzioni, prima fra tutte la sua etichetta Minus.

Chi fosse interessato a presentare la propria candidature può consultare la pagina dell’annuncio.

Nel corso dello scorso anno Close è stata premiata come Miglior Live Performance 2017 ai DJ Awards.

Nel 2018, dopo aver debuttato al Coachella ed essere stato inserito nelle line-up di eventi quali Primavera Sound, Sònar, ADE e il Vivid LIVE alla Sydney Opera House, Close sarà presto di nuovo “on stage”. Ecco le prossime date:

27 Luglio: Audioriver Festival, Plock (Polonia)
18 Agosto: Lowlands Festival, Dronten (Olanda)
10 Ottobre: L’Olympia, Parigi
11 Ottobre: O2 Academy, Glasgow
12 Ottobre: Roundhouse, Londra