90 − = eighty four

Ospite nella trasmissione “Peel Acre”, condotta da Tom Ravenscroft, Four Tet scava nell’enorme collezione di John Peel, ritrovando delle gemme nascoste.

Lo scorso 13 febbraio Four Tet è stato ospite del programma radiofonico “Peel Acres”, andato in onda sulla BBC6. La trasmissione fa parte di un format musicale che permette ai vari ospiti di accedere al vasto archivio di dischi appartenuto allo speaker e dj John Peel. Lo show è condotto dal figlio di quest’ultimo, Tom Ravenscroft che apre le porte dell’abitazione di famiglia per mostrare l’enorme collezione di vinili ai suoi visitatori. A questi è affidato il compito di scovare delle gemme nascoste al suo interno per poterle riprodurre durante la puntata.

Keiran Hebden, in arte Four Tet, è stato il terzo ospite del programma, dopo le presenze di Damon Albarn e di Nabihah Iqbal. Gli succederà Nubya Garcia nella puntata della prossima settimana. Durante l’ora di trasmissione ha portato alla luce sei dischi, scelti tra un catalogo di circa 120.000 vinili, divisi tra LP e 45 giri. Tra i brani scelti vi è anche un raro singolo del musicista Caleb Quaye.

John Peel, pseudonimo di John Robert Parker Ravenscroft, è stato un personaggio radiofonico influente nel Regno Unito. Durante la sua carriera ha avuto modo di ospitare tantissimi artisti nelle sue “sessions” per la BBC. Andate in onda dal 1967 al 2004, vi si sono avvicendati nomi importantissimi, tra quali si possono annoverare: Aphex Twin, Blur, Carl Cox, David Bowie, Jimi Hendrix, Jeff Mills, Joy Division, Juan Atkins, Laurent Garnier, Led Zeppelin, Mogwai, New Order, Nirvana, Orbital, Pink Floyd, Queen, Richie Hawtin, The Orb e Underworld. Dopo la sua scomparsa, sono stati molti i musicisti che lo hanno onorato. Tra cui lo stesso Four Tet, cresciuto ascoltando la sua trasmissione a cui ha avuto modo di partecipare direttamente nel 2003.

La cultura musicale e la prolifica carriera di Four Tet non hanno certo bisogno di presentazione. Hebden è stato un protagonista della scena elettronica dal 1998. Le sue ultime produzioni risalgono al 2020, ma siamo in attesa di vedere che cosa partorirà la sua mente eclettica nel prossimo futuro. Fresco anche del nuovo accordo contrattuale stipolato con la Universal Music proprio quest’anno.

Potete ascoltare qui la puntata di “Peel Acres” nella quale è ospite Four Tet.