nine + one =

Un 26enne britannico è stato accoltellato e ucciso all’alba di mercoledì 27 giugno all’esterno del Kalypso, una delle discoteche situate sulla spiaggia di Zrće, sull’isola croata di Pag.

La notizia è di quelle che non vorremmo mai sentire ma che, purtroppo, si ripete fin troppo spesso. Un giovane turista britannico, in vacanza sull’isola di Pag, è stato accoltellato a morte intorno alle 5:30 di mercoledì 27 giugno. Il fatto è avvenuto nelle vicinanze della discoteca Kalypso, uno dei cinque locali che fanno della spiaggia di Zrće, meta tra le più ambite tra i giovani europei.

La tragedia sarebbe avvenuta nell’ambito di una rissa tra due gruppi di ragazzi, la quale pare essere iniziata all’interno del famoso club e continuata poi all’esterno di questo. A farne le spese sono stati altri due giovani, due londinesi di 26 e 21 anni, finiti in ospedale. Uno dei due, seconde le parole del direttore dell’ospedale più vicino Edi Karuc, sarebbe in fin di vita, anch’esso accoltellato. La terza vittima sarebbe fuori pericolo.

Il tutto è avvenuto mentre sulla spiaggia di Zrće ha luogo Hideout Festival, uno dei primi grandi eventi di quella località, che ha visto finora tra i protagonisti Jamie Jones, Alan Fitzpatrick, Jeremy Underground, DJ Seinfeld, Apollonia, Nastia e moltissimi altri.

In un post su Facebook i gestori del festival danno notizia dell’accaduto, la loro piena disponibilità a supportare il più possibile le indagini e porgono le loro condoglianze ai cari del giovane che ha perso la vita.

Nel frattempo sono state fermate una decina di persone nell’ambito delle indagini. Uno di loro, il principale indagato per l’omicidio, è stato arrestato all’Aeroporto di Spalato-Castelli, come confermato dalle dichiarazioni del Ministro degli Interni croato Davor Bozinovic. Si tratta di un 25 enne, forse anch’esso britannico, che stava cercando di lasciare il Paese.

I numerosi testimoni dell’accaduto, presenti sia all’interno sia all’esterno del locale, raccontano di scene estremamente concitate, nelle quali non si riusciva a distinguere con precisione chi possa aver commesso gli accoltellamenti. Alcuni raccontano di ragazzi completamente ricoperti di sangue e con evidentissime ferite da taglio. A conferma di ciò, girano in queste foto immagini di pozze di sangue a terra nella zona dello scontro.