− three = 5

Il lockdown dovuto al Covid-19 ha indotto parecchia fantasia nei dj, che hanno ricercato e proposto nelle proprie live qualcosa di innovativo. Non tutti si sono spinti fino a tanto.

Chet Porterdj e produttore canadese, si è esibito in un particolare DJ set in un location non di certo convenzionale. Seguendo il trend degli artisti EDM di esibirsi in luoghi assurdi, Chet ha voluto osare molto di più.

In occasione del festival online Digital Mirage l’artista ha dunque deciso di esibirsi sott’acqua in una piscina. Nella sua postazione subacquea arredata con piante tropicali, ha inserito un controller midi in un contenitore a tenuta stagna, si è armato di boccaglio e lavagnetta per comunicare con i fans e ha iniziato la sua performance.

La sua esibizione dura circa mezz’ora. Alla fine del video oltre ai ringraziamenti, mostra nei particolari come abbia realizzato la sua postazione. Ha realizzato il contenitore a tenuta stagna con materiale acrilico con l’aiuto di una signora che si occupa della realizzazione di acquari.

I vari effetti di transizione come riverbero, filtri ecc sono stati aggiunti in seguito affinché il mix fosse più “fluido”. Con il controller midi Chet Porter ha potuto lanciare solamente le clip musicali. Sarebbe stato impossibile altrimenti implementare ed utilizzare i vari sliders e manopole.

Un’idea sicuramente innovativa in un periodo cosi particolare. Si spera ancora per poco visti i nuovi sviluppi sulle riaperture di club e discoteche, vi parliamo degli ultimi aggiornamenti in merito QUI.

Anche Parkett ha proposto diverse dirette con numerosi artisti con la possibilità di fare donazioni alla Croce Rossa Italiana, se ve li foste persi, QUI tutte le dirette.