77 − = sixty eight

Il Daft Punk si sono sciolti dopo ventotto anni di musica che hanno segnato l’evoluzione dell’elettronica negli ultimi decenni.

Dopo un sodalizio durato ben 28 anni, i Daft Punk si sono sciolti. L’annuncio è arrivato direttamente sulla loro pagina ufficiale Facebook: il duo francese ha deciso di annunciarlo al mondo pubblicando un video di otto minuti intitolato “Epilogue“, clip tratta dal loro film “Electroma“, uscito nel 2008.

Il duo francese, che negli ultimi decenni ha segnato l’evoluzione del pop elettronico, ha annunciato inaspettatamente l’epilogo di un’avventura iniziata negli anni ’90. Infatti, i Daft Punk hanno saputo rappresentare l’evoluzione della dance di fine anni ’90 nell’odierno electro pop del primo decennio del 2000.

La notizia è stata ufficializzata dai loro profili social attraverso la pubblicazione del video “Epilogue” dove si vedono i due disc jockey francesi camminare nel deserto, con l’immancabile tuta ed il casco che ha reso iconico il loro look, oltre che la loro musica.

Ad un certo punto del video, uno dei due guarda l’altro che mostra al compagno un vano batterie con un interruttore che provoca un’esplosione a tempo, segnata a ventotto anni di carriera.  Una maniera inequivocabile per ufficializzare la fine di un progetto che è stata la massima espressione del french touch.

Pubblicato da Daft Punk su Lunedì 22 febbraio 2021

 

A confermare la notizia la pubblicist della band, Kathryn Frazier.  La notizia ha sconvolto e toccato profondamente tutti i fan del duo francese. I Daft Punk hanno un’importanza colossale non soltanto nella musica elettronica, ma nell’intera cultura musicale globale.

La capacità dei Daft Punk è stata quella di scavalcare la barriera virtuale tra elettronica e pop, scalando le classifiche di mezzo mondo pur conservando la propria identità. Adattandola ad un nuovo millenio, dove il cambiamento viaggia su frequenze sempre più veloci.

Un momento che ricorderemo, una data da segnare. La fine di una vera e propria epoca.