six + one =

Ben Klock, nato a Berlino e resident del Berghain dal 2004, cioè dalla data della sua apertura, proprietario dell’etichetta Klockworks, è senza dubbio uno dei personaggi chiave.

I set di Ben Klock sono ricchi di massicci groove ipnotici e deep, così da conquistare etichette come Ostgut Ton nonchè la totale approvazione per i suoi remix fatti a personaggi del calibro di Martyn, Depeche Mode e Kerri Chandler (per nominarne alcuni).

Klock, nella nostra video intervista, raccontò che la sua traccia autoprodotta preferita era Init e naturalmente la più conosciuta era Subzero. Ma oltre le sue produzioni, quali dischi hanno segnato la sua formazione professionale?

Dopo avervi raccontato i 10 dischi preferiti di Answer Code Request, ecco la lista di Ben Klock.

Tyree: Nuthin Wrong 

Robert Hood: Minus 

Surgeon: Atol 

Matthew Jonson: Marionette 

Maurizio: M5 

DJ Hyperactive: Wide Open 

Dan Bell: Losing Control 

Plastikman: Panikattack 

Jeff Mills: The Bells 

Green Velvet: Destination Unknown 

Wishmountain: Radio 

Carl Craig: Sandstorms