− one = one

Era il 1995 e Jeff Mills calca la consolle del Liquid Room di Tokyo.

Il set si apre con Utopia. L’atmosfera è catartica, lo scenario lunare. Il Dj ha tutto ciò che gli serve disposto in maniera più logica e smart possibile: alla destra, alla sinistra e anche in alto al centro i giradischi, dritto di fronte a sé il mixer, in testa la cuffia e nella borsa alle sue spalle una miriade di dischi accumulati in una vita di musica. Il pubblico non vede solo il protagonista dello stage, ma anche le visual che accennano alle ‘spirali’, simbolo che nel tempo Jeff Mills ha fatto proprio e che la sua musica inevitabilmente evoca: un viaggio infinito.
Mills in questo video ha 32 anni, anche se parrebbe averne 25, e la freschezza e la gioia con la quale si lascia andare a giochi di mixaggio e di scratch è semplicemente il cuore pulsante e l’anima della musica techno e della professione del Disc Jockey.

A detta di molti, questo è il miglior set mai stato eseguito. Io mi unisco al coro.

Pier Paolo Iafrate