− three = one

Kim English, la vocalist di Chicago famosa per “Nite Life” e “Learn 2 Luv”, è venuta a mancare il 2 aprile scorso.

Il mondo della musica elettronica perde un’altra pietra miliare. Kim English (1971), famosa vocalist di Chicago, è venuta a mancare il 2 aprile all’età di 48 anni.

Era affetta da insufficienza renale da cinque anni, sottoposta a dialisi ed era in coda sulla lista per il trapianto di reni.

“Probabilmente sarebbe ancora con noi se fosse stata in cima alla lista” le parole della manager Vickie Markusic, che si stringe al dolore di parenti e amici.

Kim English era nota per il suo singolo di debutto “Nite Life” e “Learn 2 Luv” prodotte dall’etichetta americana Nervous Records (New York). Un rapporto durato per 22 anni (1994-2016) che ha visto la pubblicazione di due album: “Higher Things” del ’98 e “My Destiny” del 2006.

L’estensione vocale ed il chiaro timbro house/dance intriso degli anni ’90 l’hanno portata a collaborare con Mood II Swing, Masters At Work, François K, e in ultimo Paul Woolford con la famosa “Hang up your hang ups”.

Quest’ultimo si unisce al dolore e al cordoglio della famiglia,  affidandosi a Twitter per ricordare  Kim English e salutarla un’ultima volta:

Kim English era incredibile. E’ stato un sogno lavorare con lei. R.I.P

Influenzata dal gospel e dalla fede religiosa, le sue produzioni sono sature di riferimenti verso Dio, al destino e alla fiducia in sè stessi. Questi aspetti, apprezzati e condivisi, mescolati alla “black soul” di Kim English emergono nelle classifiche che l’hanno vista protagonista in quegli anni: US Hot Dance Music/Club Play, Hot Dance Singles Sales, Hot Dance Airplay charts e UK Singles Chart.

L’annuncio è stato dato dalla stessa etichetta discografica Nervous Records sui social, vedova di una delle donne e voci più interessanti della scena House music.

It is with great sadness that we announce the passing tonight of Kim English. Kim’s discography includes several songs…

Pubblicato da Nervous Records su Martedì 2 aprile 2019