39 + = forty four

Come si sa, Detroit fa scuola per quanto riguarda la techno. E’ la Mecca del suono elettronico pesante, la base e il trampolino artistico di tanti nostri ‘eroi’.

Ora può capitare che dopo un party, la festa a Detroit continui ad un after, e può capitare che a suonare ci siano supereroi di questo calibro.

La serata è iniziata già in quinta, con gli artisti padri fondatori del suono techno di Detroit, Juan Atkins, Kevin Saunderson e Derrick May. Il sold-out della folla e l’evidente picco di eccitazione però si è avuto quando, pochi minuti dopo, hanno fatto la loro prima apparizione a Detroit dopo un decennio, il gruppo tedesco di musica elettronica Kraftwerk. Un’apparizione a sorpresa che li ha visti uniti in un set con Saunderson per una speciale performance collaborativa.

Immortalati, sia nel senso che sono stati fotografati, sia nel senso che sono e saranno ricordati in eterno per il contributo artistico che hanno apportato alla musica elettronica: Kevin Saunderson e i Kraftwerk, ecco il link che vi rimanda alla gallery.