− five = two

Il gruppo London Modular Alliance annuncia la loro prossima uscita su Dimension Recordings, la natura discografica dell’omonimo festival croato.

London Modular Alliance è un progetto di musica elettronica composto da Koova, Yes Effect e Pip Williams.

Ciò che contraddistingue da 5 anni il trio britannico è proprio la loro concezione di musica elettronica e la minuziosità tecnica con la quale eseguono le loro performances. I tre infatti affermano con orgoglio che le loro esibizioni live sono sempre frutto di improvvisazione, passione e soprattutto “sintetizzatori modulari” estraniandosi così dall’uso di laptop.London Modular AllianceIn questi giorni è giunta la notizia del loro prossimo EP in uscita l’8 settembre su Dimension Recordings, etichetta già nota per il successo ottenuto grazie all’omonimo festival che per l’appunto ospiterà i London Modular Alliance all’interno del “Void Stage” per la prossima edizione, dal 30 agosto al 3 settembre a Pula in Croazia.

L’EP avrà il nome di “Hands & Brains” e non si tratta della loro prima release, possiamo infatti ricordare anche “Home Grown Ep” in uscita su Hypercolour ‎oppure “Wireless” in uscita su A.R.T Records, ma qualcosa lascia presagire che anche Hands & Brains stupirà gli ascoltatori.

Hands & Brains sarà un EP composto da 3 tracce:

1. False Prophecy
2. Forbidden
3. I Settled For Her Leftovers 

Tre tracce sono caratterizzate da suoni oscuri e profondi, tipici dello stile adottato dal trio amante dei modulari e che sicuramente stimoleranno il pubblico ad un ascolto particolarmente attento.

Ma il segreto di chi riesce da una macchina ad estrapolare suoni di una pasta così personale qual è? Non c’è una sola risposta, ma in parte la chiave è anche nello strumento di cui l’artista si serve per produrre la propria musica: come un pittore ha bisogno dei migliori colori per dipingere la propria tela, così i London Modular Alliance affidano la loro musica alle migliori attrezzature che loro stessi curano con dedizione, portando avanti come seconda attività proprio il curare, vendere attrezzature speciali che all’occasione hanno supportato anche artisti del calibro di Aphex Twin o Thom Yorke.

Attendiamo quindi l’uscita di questo EP per coglierne l’originalità racchiusa in ogni suono, dal più forte al più leggero. E per chi nell’attesa vorrebbe curiosamente ascoltare una piccola anteprima, alleghiamo il link dove sarà possibile farlo.