fbpx

Il festival prodotto da Fondazione Tones on the Stones e Threes Production ha annunciato i primi nomi che si esibiranno nell’undicesima edizione, dal 18 al 21 Luglio.

Nextones torna a riaccendere il Tones Teatro Natura per tre giorni all’insegna della musica elettronica e dell’arte audiovisiva nello splendido territorio della Val D’Ossola. Giunto alla sua undicesima edizione, il festival si conferma uno degli appuntamenti più interessanti dell’estate, non solo per la location suggestiva che lo rende un festival unico nel suo genere (quanto meno in Italia), ma anche per la sua programmazione artistica sempre all’avanguardia nell’esplorazione delle frontiere artistiche contemporanee.

Tones Teatro Natura è un progetto nato nel 2020 da un’iniziativa di Tones on the Stones che attraverso un processo di riqualificazione ambientale ha trasformato il sito industriale dismesso di Cava Roncino (nel comune di Crevoladossola) in un teatro immerso nella natura. Ogni estate il teatro ospita numerosi eventi e Nextones, realizzato in collaborazione con Threes Production (Terraforma), è senza dubbio uno degli appuntamenti più importanti della stagione.

Come ogni anno, performance multimediali, installazioni site-specific e live show audio/video si alterneranno nella cava di granito, fondendo arte e natura in un’esperienza davvero unica.

Ed è proprio sul rapporto tra natura ed essere umano che si concentra la riflessione promossa da quest’edizione di Nextones, che con la sua programmazione artistica vuole invitare il pubblico ad esplorare il territorio e immergersi nella sua bellezza, stimolando una maggiore consapevolezza.

L’undicesima edizione sta iniziando a prendere forma ed è da poco arrivato l’annuncio dei primi artisti che si esibiranno dal 18 al 21 Luglio: Alessandro Cortini, CCL, Cosimo Damiano con Domenico Romeo, Khompa feat. Akasha, Lanark Artefax, Lucy Railton, Marie Davidson, Objekt e Robert Hood. A questi seguiranno altri nomi nelle prossime settimane.

Alessandro Cortini presenterà, insieme al visual artist Marco Ciceri, la versione improvvisata del suo “Nati Infiniti“, che sarà ripensato dal vivo sotto forma di spettacolo audiovisivo. CCL porteranno il loro dinamico mix di generi che gli ha permesso di esibirsi nei migliori club e festival del mondo, mentre la violoncellista Lucy Railton esplorerà i confini tra classica ed elettronica. Cosimo Damiano si esibirà insieme al designer Domenico Romeo nel suo nuovo live show audiovisivo, così come Khompa, che porterà la sua ultima performance “Percieve Reality A/V“, realizzata in collaborazione con l’artista visivo Akasha.

Poi il musicista scozzese Lanark Artefax, il cui lavoro sfuma il confine tra il sound design sperimentale e forme musicali ibride, e tre nomi di altissimo livello – che non hanno bisogno di presentazioni – a chiudere il primo giro di artisti: il pioniere della Detroit techno Robert Hood, la cantautrice e DJ Marie Davidson ed il talento eclettico di Objekt. Ci sarà quindi da divertirsi quest’anno a Nextones, ma anche da esplorare – musicalmente e fisicamente parlando – le sinergie più sorprendenti tra musica e natura. L’attesa è tanta e non a caso i 4 Days Pass sono sold-out. Restano comunque ancora disponibili i 3 Days Pass a questo link.