eighty three + = eighty six

Il 10 e 11 settembre 2022, Parc de Choisy nella Chinatown parigina, ospiterà Peacock Society per la seconda edizione del suo nuovo format outdoor.

Peacock Society, un progetto che combina incontri e generi, armonie e suoni; un appuntamento per conoscere la visione futuristica delle nuove classifiche europee. Un movimento di “culture” che scorrono alla velocità della corrente elettrica, un’affollata rassegna che ospiterà le leve emergenti e le firme datate.

Per due giorni, dalle 13.00 alle 00:00, si ballerà con i più grandi artisti della scena house, techno ed elettronica su cinque palchi progettati per un no-stop spettacolare.
Attesi Peggy Gou, dj coreana che ormai da anni occupa la scena clubbing globale; dj Harvey, classe ’67, massimo esponente della dance UK; Lurent Garnier, tra i più grandi della french-house; Jamie Jones dj-producer gallese e fondatore dell’etichetta Hot Creations e ancora Boys Noize, tra i primi a fondere hip-hop ed electro house.

Ma la lunga serie di nomi annunci non finisce qui: Peacock Society vedrà alternarsi nei suoi stage anche Adam Beyer, la coppia Jennifer Cardini, Danilo Plessow/MCDE, tra i fautori del ritorno del vinile nonché appassionato collezionista; Dj Koze, sempre presente nel mondo dei festival che dagli anni ottanta spinge l’elettronica fino al pop; Kölsch, performer danese dj e produttore tra i più amati al mondo. Una mix di stili e influenze che creerà un’atmosfera dal sapore di un vero e proprio rave.

Peacock Society Outdoor

Non mancheranno le esibizioni dal vivo: una completa immersione nella natura viva che dopo la spinta del dj set inizia a muoversi tra techno dei Fjaak, LB aka Labat, fino all’accelerazione del beat grazie al rap dello svizzero Makala e al match con i suoni seducenti afro-reggaeton del lionese Lazuli, rallentando poi l’intensità con Molecle e il nuovo sound di Eloi, per proseguire il viaggio live con Mud Deep e la velocità ritmica tra tecnica e sentimento del duo newyorkese ACcemoma.

In scena la sinuosità, il movimento e la dance che percorrono l’esuberanza di artisti sopra le righe; uno sguardo attentissimo rivolto alla genialità delle nuove generazioni che propongono un cambiamento di rotta spostando le tendenze musicali francesi verso la cultura britannica. Si confermano per un eccentrico remix senza sosta, Chloe Caillet, Hannah Diamond, il DJ franco-algerino Palome Colombe, Saku Sahara che dal lontanissimo Giappone ha conquistato l’intera Europa, Vanille e persino Pepita, già conosciuto nell’ambiente parigino.

Nel cast un posto di privilegio tocca a Miley Serius dj che vive tra Parigi e New York, proprietaria dell’etichetta della 99CTS Records, punto di congiunzione della sua formazione tra elettronica e punk. Tra le sorprese U.R. Trax, considerata una delle migliori esordienti sulla scena techno francese pronta a un vero e proprio featuring con la dance berlinese che si è fatta conquistare da un’artista d’oltreoceano LSDXOXO, che della città divisa in due ne ha fatto casa.

peacock line up

Peacock Society, è un fiume in piena che fuoriesce dagli argini; un incontro psichedelico del rap e punk esasperato dai Téléraptor e gli effetti scenici dell’elettronica che è riuscita a superare i timori del Millenium Bug: La Darude All Stars, Danny L Harle, Paul Seul.
L’evento conferma essere un festival proiettato verso il nuovo, riproponendo una line up che afferma e sostiene la buona musica, arrivando a toccare anche i suoni dell’underground UK degli Anz e Sherelle senza dimenticare nessuno. Un festival completamente inclusivo, tantissimi i generi che si concentrano: afro-fusion, afrobeat, hip-hop, future bass diffusi con la complicità della Rinse France, partner vincente e padrona delle onde radio che sfociano nell’urban contemporary music.

Peacock Society, nelle due date settembrine chiude maestosamente la stagione estiva dei festival più travolgenti del globo musicale. Per tutte le informazioni sul festival vi rimandiamo alla pagina ufficiale cliccando QUI. Per rimanere sempre aggiornati sulle novità e gli eventi del momento, vi invitiamo invece a cliccare QUI.

 

Giulia Massara