seventy five − sixty six =

Il nuovo disco di Matteo Floris ha tutte le carte in regola per essere un’interessante novità nel panorama musicale internazionale.

Nato in Italia ma trasferitosi a Barcellona da qualche anno, Matteo Floris è senza ombra di dubbio uno degli artisti italiani più talentuosi ed interessanti. Da sempre un vero e proprio music lover, Matteo e le sue produzioni propongono un sound di altissima qualità e dal timbro piuttosto originale. Le influenze hip-hop, soul, funk e house presenti nelle sue tracce sono la conferma sia di una cultura musicale sconfinata, sia di una grande capacità di assimilazione e creazione di nuovi suoni contaminati dalle atmosfere più cool del passato.

“Shakin Thangz”, questo il nome del nuovo disco del produttore italiano, si comporrà di 4 tracce davvero sensazionali. Sonorità tendenti alla minimal e alla house, oltre ad un timbro piuttosto groovy sono le caratteristiche principali della nuova release in vinile.

Tracklist:

  • A1. Matteo Floris – Pumps In The Bunk
  • A2. Matteo Floris feat. MC Chickaboo – Reedym
  • B1. Matteo Floris – Nuthin But A Shakin Thang
  • B2. Matteo Floris – Freakin Cut

In esclusiva per Parkett abbiamo il piacere di presentarvi in anteprima la terza traccia del disco “Nuthin But A Shakin Thang”.

Atmosfere d’ispirazione tech-house ma rielaborate sapientemente da Floris stesso, la traccia risente anche di influenze più old school. L’aggiunta di un vocal maschile che rimanda all’universo hip-hop e sample femminili particolarmente morbidi, completano a meraviglia una produzione davvero incredibile ed unica nel suo genere.

L’uscita verrà curata da Svogue, label dello stesso Matteo Floris che nasce una decina di anni fa insieme ad altri due amici. Dopo numerosi showcases in Italia e nel mondo intero, la label subisce una piccola battuta d’arresto causata dalla separazione con gli altri due soci. Matteo non demorde, coltiva la sua passione, le sue sonorità e soprattutto la sua label che qualche anno dopo verrà rilanciata con 4 EP ed 1 album davvero notevoli.

Oltre ad un’etichetta discografica, Svogue vuole essere anche una sorta di lifestyle: La S all’inizio di VOGUE sta a significare una negazione, un rifiuto verso tutto ciò che è “alla moda”, che abbia un’impronta squisitamente commerciale e, di conseguenza, dalla scarsa identità personale. Svogue vuole essere per Matteo Floris e per molti altri artisti che si rispecchiano nei valori “unconventional” della label un punto di riferimento per la libera espressione artistica e musicale.

L’uscita di “Shakin Thangz” è prevista per il 25 giugno. Il vinile sarà disponibile sia online (cliccando qui), sia a Barcellona presso TVinyl, record store che supporta le releases della label.

In attesa dell’uscita del disco, non ci resta che tenere d’occhio Matteo e Svogue nei loro social.

Matteo Floris:  Instagram e Facebook

Svogue:  Instagram e Facebook