two + seven =

Dopo aver conquistato le migliori label della scena techno, tra cui MORD, Ritzi Lee debutta anche su Unrilis. Ascolta subito uno dei brani, in anteprima assoluta solo su Parkett.

Per gli amanti del clubbing non deve essere complicato ricordare nomi come Rino Cerrone e Mario Manganelli. Parliamo dei fondatori di Rilis, la label che dal 1999 ha portato la storia della musica techno anche oltre i confini italiani.

Un progetto discografico che nasce nella culla della musica techno italiana, ovvero la città di Napoli. Sono tanti gli artisti nati e cresciuti in questa città che hanno raggiunto successo, riuscendo a portare anche oltre il continente, quella che poi il pubblico ha calorosamente ribattezzato technapoli.

Nel 2022 la label decide di cambiare pelle e di trasformarsi in un progetto più contemporaneo ribatezzato Unrilis.

Unrilis infatti è un tuffo nel passato che guarda con fermezza il futuro. Gli artisti coinvolti nel progetto, spesso rappresentano il meglio dell’elettronica odierna, proprio come Ritzi Lee, esponente della techno olandese.

L’EP che andiamo a presentarvi oggi è proprio a cura di Ritzi Lee e prende il nome di “Supercharger”. Composto da 4 tracce, “Supercharger” rappresenta il perfetto connubbio tra queste due scuole artistiche così differenti ma che in comune hanno un forte legame con la vecchia scuola.

Unrilis

Tracklist

01. Detonation
02. Positive Displacement
03. Release
04. Drive System

Lo stile crudo e distopico di Ritzi Lee ha contaminato anche la dodicesima release firmata Unrilis e punta alla conquista delle piste più scatenate di questo inverno.

Le quattro tracce racchiuse in questo EP fanno da manifesto dell’amore incondizionato che il produttore prova per i suoni analogici e ascoltandolo, ce ne siamo innamorati anche noi.

Il sound cupo e quasi aggressivo ha conquistato anche l’attenzione di artisti della mole di Bas Mooy, che proprio qualche tempo fa, ha pubblicato su MORD un EP a cura di Steve. Anche allora decidemmo di puntare su Ritzi Lee, ospitando una premiere che potrai leggere e ascoltare qui.

Per oggi invece abbiamo scelto di farvi ascoltare la traccia “Positive Displacement”, perla rara, performance turgida, che conferma sia le doti tecniche del produttore, sia l’egemonia di Unrilis nel saper scegliere sempre il cavallo giusto su cui puntare per vincere la gara.

A questo giro però non vi è nessuna gara o competizione a cui partecipare. L’unica cosa da fare è chiudere gli occhi e ascoltare, lasciarsi andare alle nostre radici che si rivelano sempre più profonde.

Intanto vi lasciamo all’ascolto del secondo brano dell’Ep e al link dove potrete acquistare “Supercharger” dal prossimo 16 settembre.