12 − = two

Dopo quattro anni di silenzio, Adam X torna a incidere sulla sua etichetta Sonic Groove presentando “Recon Mission” in uscita il 1 novembre.

È intitolato “Recon Mission” il prossimo album di Adam X in uscita su Sonic Groove, etichetta discografica da lui stesso ideata nel lontano 1995.

Erano quattro anni che Adam non produceva su Sonic Groove, ricordiamo infatti “Irreformable”, ultimo lavoro discografico promosso nel 2014, da allora l’artista americano ha preferito dedicarsi ad altri progetti e alla ricerca di nuovi elementi da cui trarre forte ispirazione.

Quest’anno Adam è tornato con un nuovo album che saprà toccare ogni sfumatura della musica elettronica, dai suoni più industriali alle correnti più tradizionali. Dimostrando così di essere all’altezza del titolo conferitogli di fondatore della techno newyorkese.

Precursore di un genere, Adam X è riuscito a proporre oltre oceano musica EBM e industriale, generi che all’epoca risultavano essersi diffusi in Europa ma visti ancora con un velo di scetticismo dal pubblico statunitense.

Recon Mission racchiude in nove tracce un percorso artistico iniziato molti anni fa, ogni traccia di questo album sembra voglia raccontare una storia e le esperienze più significative della carriera dell’artista.

Recon Mission - Adam X

Tracklist:

01. Tales Of Mystery
02. Earth Base One
03. Modular Bodies
04. Bimini Wall
05. The Never Ending Quest
06. Recon Mission
07. Search & Retrieval
08. Delusions Of Paranoia
09. Mythological Creatures

Oltre alla qualità indiscussa delle nove tracce, ciò che vi sorprenderà di questo album sono i problemi sui quali Adam X ha scelto di puntare i riflettori: teorie cospirative, fenomeni inspiegabili, coperture governative e tutte le problematiche di origine prevalentemente politica, relative alla società moderna.

La prima traccia dell’album è intitolata “Tale of Mystery” e assieme alla seconda “Earth Base One” fanno un po’ da filo di Arianna, conduttore dell’intero lavoro discografico.

Sul piano stilistico ogni traccia fa testo a sé, ritmi diversi, lunghezze diverse ma stesso fine, quello di informare il mondo di quello che sta accadendo.

Proprio come nel caso di “Modular Bodies” che grazie al supporto di un vocal distorto, risuona all’ascolto quasi come un invito a rivoluzionare il mondo partendo dalla dancefloor.

Mentre “Bimini Wall” funge da voce fuori dal coro grazie alla presenza di un basso pulsante che traccia però una linea ritmica più liscia e decisa.

I tre brani successivi: “The Never Ending Quest”, “Recon Mission” e “Search & Retrieval” vengono descritti come assalti sonici, per lasciare all’ascoltatore la possibilità di perdersi completamente nella profondità del suono.

La penultima traccia intitolata “Delusions Of Paranoia” mette in discussione tutti i temi proposti durante l’album, come se l’artista volesse far nascere in ogni ascoltatore un dubbio esistenziale sul fatto che tutti i problemi trattati forse sono solo frutto delle proprie paranoie.

Il viaggio alla scoperta di Recon Mission finisce con l’ascolto di “Mythological Creatures” un altra prova del fatto che Adam X  ad oggi riveste in pieno il ruolo di colonna portante della musica industriale mondiale.

Recon Mission sarà disponibile dal 1° Novembre ma in attesa vi invitiamo ad ascoltare “Modular Bodies”.