two + 2 =

pioneer-turnatable-parkett

NEWS di Roberto Acquafredda

Voci sibilline si muovono piano piano dal NAMM 2014. E stavolta ci narrano di un progetto tanto misterioso quanto segreto: il nuovo piatto di casa Pioneer.

L’oggetto del desiderio dei DJ di tutto il mondo è tanto più desiderato quanto imperscrutabile. Dal web emerge solo una foto di straforo in una teca che ne custodisce i segreti.

L’immagine potrà essere familiare a coloro che sono abituati al classico Technics 1200 ma le affinità si fermano qui: non sappiamo cosa contenga la magica scatola nera.

Da quel che è emerso dal web, il piatto è dotato di pitch fader con regolazioni da +/- 8 ed un pulsante di pitch reset oltre che un pulsante di tempo range oltre alle convenzionali uscite analogiche RCA.

Schermata 2014-03-13 a 13.56.12

Pare si tratti, tuttavia, di un prototipo e le sorprese che la casa giapponese sarà in grado di riservarci in futuro sono un’incognita davvero stimolante da tener d’occhio: sarà compatibile con il protocollo MIDI o con il sistema DVS?

Noi, per il momento, rimaniamo qui, fuori da quella teca a veder comporsi un oggetto tanto misterioso quanto gravido di promesse. Ce ne rimaniamo fuori dalla teca a speculare. Vedremo se la scatola nera si rivelerà davvero magica come promette, o se si dimostrerà una delusione per tutti gli amanti del vinile.

Roberto Acquafredda