+ forty one = forty two

Uscirà il prossimo autunno “Disappearer” il nuovo album del DJ e producer newyorkese Ron Morelli.

Il disco,  composto di 13 tracce per 54 minuti in versione digital, doppio lp e cassetta,  conferma la fortunata collaborazione tra il produttore americano e la Hospital Productions, label che in vent’anni di attività è ormai riconosciuta dal pubblico e dagli addetti ai lavori quale punto di riferimento per le sonorità Noise, Dark Ambient e Industrial Techno.

Ron Morelli

Il nuovo album firmato dal boss della L.I.E.S. Records (Long Island Electrical Systems) arriva a cinque anni di distanza dal disco d’esordio intitolato “Spit“, al quale hanno fatto seguito l’EP “Backpages” e i successivi “Periscope Blues” (2014) e l’apprezzato” A Gathering Togheter” (2015), tutti pubblicati  dell’etichetta sperimentale guidata dal visionario producer Dominick Fernow (aka Purient e Vatican Shadow).

Che succede quando ci si trova di fronte ad una minaccia?
La risposta può limitarsi all’unica e semplice esigenza di sopravvivere con ogni mezzo necessario?
L’istinto ha la precedenza su tutto? “Who becomes the disappeared and who becomes the disappearer?”

Interrogativi pieni di contraddizioni che si riaccendono nella loro dimensione più primitiva e animale, ad un livello spesso brutale, in quella zona d’ombra dove molte domande rimangono senza risposta.

Quell0 di “Disappearer” nelle intenzioni di Ron Morelli è un concept astratto e conflittuale,  liberamente basato sul tema dei codici morali tramandati attraverso le generazioni, reinterpretati, discussi e applicati, rispettati e disattesi.

Ron Morelli_

“Disappearer”,  risultato di due anni di lavoro trascorso in parte in studio e in parte dietro la consolle dei più importanti locali del circuito clubbing europeo, si presenta come un equilibrato lavoro di hardware programming e computer processing,  finalizzato in fase di post produzione negli studi di Parigi del collaboratore e sound engineer Krikor Kouchian .

Con Disappearer Ron Morelli  unisce l’istintivo impatto sonoro della sua musica ad un nuovo approccio  compositivo, recuperando le cadenze ossessive delle ritmiche Post Punk per utilizzarle nella propria personale interpretazione di Minimalismo, mutuando dal suo background i suoni dell’elettronica olandese dei primi anni ’90.

In attesa dell’uscitsa del disco prevista per il prossimo 21 settembre, ascolta in anteprima il brano “Laugh Taker“.