+ fifty nine = sixty seven

Dieci tracce per firmare il prossimo lavoro discografico di Sleeparchive su Tresor Records

Il 27 marzo ritorna a far notizia nella scena discografica europea Sleeparchive. Il produttore tedesco è pronto a presentare il suo nuovo album che sarà distribuito da Tresor Records.

“Trust” è il titolo dell’album composto da dieci tracce, caratterizzate da un sound profondo e il tocco sperimentale.

La leggendaria label ha deciso di puntare su Sleeparchive e dargli la possibilità di offrire al pubblico il suo primo album che preannuncia essere un lavoro discografico coinvolgente. Grazie alla presenza di contaminazioni industriali, ritmi oscuri, a tratti inquietanti che rispecchiano perfettamente sia lo stile dell’artista che dell’etichetta stessa.

Sleeparchive

La 316 uscita firmata Tresor Records si presenta basica e minimale anche nell’artwork. Ma a fare notizia sono senza dubbio le dieci tracce contenute in questo album.

Tracklist:

A1. Needle
A2. Glass
B1. Concrete
B2. Dust
C1. Leave
C2. Loop 1
C3. Loop 2
C4. Fence
D1. Peccant
D2. Trust v.1

“Trust” è un viaggio attraverso Roger Semsroth e le sue intuizioni, portate avanti dalla fine degli anni 90. Un pioniere che si è distinto dapprima per le sue produzioni electro attraverso Skanfrom, un alias con il quale Semroth poneva l’attenzione su correnti più minimaliste piuttosto che torbide e industriali.

Il suo passato artistico è caratterizzato dalla continua ricerca e l’esplorazione della musica elettronica in tutte le sue forme. Dopo aver assorbito le principali influenze dalla scena berlinese e aver seguito con molta apprensione figure come Mika Vainio e Plastikman, nel 2004 nasce Sleeparchive.

Il bagaglio di esperienza del produttore nell’ultimo decennio si è voluto anche grazie a notevoli collaborazioni come per esempio TR-101. Un ulteriore progetto nato dalla cooperazione con DJ Pete, altra figura mastodontica del panorama techno europeo.

Del suo stile inconfondibile ne avevamo già parlato qualche tempo fa, all’uscita di “Windows”, l’EP che nel 2015 ha fatto innamorare tutti gli appassionati.

Da “Windows” a “Trust” sono cambiate un po’ di cose, ricordiamo che nell’ultimo periodo Roger ha più volte sottolineato attraverso i social, di non attraversare un periodo roseo. La pseudopausa di riflessione che lo ha visto per un po’ lontano dalla consolle e dai grandi eventi ha però fortificato il produttore tedesco.

“Trust” è in uscita a fine marzo sotto forma di 2 LP e naturalmente in formato digitale, vi consigliamo di affrettarvi ad afferrare la vostra copia, perché questo è uno di quegli album da acquistare e custodire gelosamente in libreria.