24 − fifteen =

La crew londinese ha deciso di iniziare un’ avventura “on the road”  con un nuovo veicolo full optional per gli amanti della musica.

Spiritland One”, un nome più adatto ad un veicolo lunare, sebbene in questo caso  si tratti di un  progetto che si svolgerà per le strade di tutta l’Europa.

La catena “Spiritland” non è certamente nuova a questo genere di iniziative.

La crew, già famosa per aver creato sul suolo Londinese ben 3 spazi interamente dedicati agli amanti della musica, (lo studio a King’s cross, il ristorante a Royal festival hall e il famoso Headphones bar a Mayfair) ha sempre avuto uno sguardo molto attento all’innovazione basato su un profondo amore per la musica e la cultura che la circonda.

Non è un caso che si abbia sempre l’impressione che questi spazi siano nati dal desiderio di integrare nel miglior modo possibile qualità e varietà dell’ascolto. Riprova ne è l’immensa quantità di materiale audio presente negli studi di King’s cross (Dallo storico registratore a nastro Revox B77, a d una coppia di Technics SL-1200 customizzati dalla Isonoe )

 

Lo Spiritland one è un’avventura ancor più sorprendente, “Una fotografia più grande di ciò che realmente siamo”, secondo quanto detto dal founder di Spiritland Paul Noble.

Questo nuovo progetto consiste in uno studio di produzione e di broadcasting costruito interamente all’interno di un camion Mercedes.

Il design è frutto di una collaborazione tra Spiritland Productions, MegaHertz and Spectra Specialist Engineering, i quali non hanno decisamente badato a spese installando attrezzatura di prima qualità, come una consolle SSL System T S500.

Il veicolo sarà in grado di registrare e trasmettere da concerti, festival ed esibizione dal vivo, una vera e propria suite di produzione radiofonica in cui verranno regolarmente trasmessi podcast, programmi e trasmissioni live.

A breve si conosceranno anche  le prime tappe dello Spiritland one, che come è già stato annunciato girerà per le strade di tutta l’Europa.