thirty three − twenty four =

Negli USA desta preoccupazione quella che potrebbe trasformarsi in moda deleteria, ovvero l’organizzazione di Covid-19 party in cui i sani possano infettarsi e iniziare il decorso della malattia.

Arriva da oltre oceano una follia che speriamo costituisca un fenomeno isolato e che sparirà rapidamente, legato alla pandemia da Coronavirus. In alcuni Stati degli USA, infatti, le autorità hanno lanciato l’allarme per l’aumento dei cosiddetti Covid-19 party, in cui gli invitati sani si mescolano deliberatamente con persone positive al virus con il fine ultimo di essere contagiati e, secondo loro, diventare immuni e poter tornare quindi a girare liberamente. Uno degli Stati dove questa “moda” starebbe scoppiando è lo stato di Washington, dove si contano già 835 vittime ed oltre 15mila malati a causa del virus.

Ha commentato molto duramente la notizia Meghan DeBolt, direttrice dell’assessorato alla Sanità della contea di Walla Walla:

“E’ inaccettabile ed irresponsabile esporsi deliberatamente ad un contagio è rischioso per chi lo fa e per gli altri”.

A combattere contro i Covid-19 party ci sono soprattutto i Centers for Disease Control and Prevention (Cdc), ovvero gli istituti federali dedicati ad occuparsi della salute pubblica in tutti gli stati negli Stati Uniti. Gli stessi sottolineano che per fortuna sono soprattutto i giovani che si espongono al contagio in queste feste e, nella maggior parte dei casi, non hanno bisogno di un ricovero in ospedale per guarire. Ma, come sempre, il rischio è che si infettino soggetti più a rischio mettendo quindi a repentaglio la loro vita.

L’idea dei Covid-19 party è scaturita dalle menti di queste persone dopo che le autorità sanitarie di diversi paesi in tutto il mondo hanno iniziato a partorire l’idea dei passaporti d’immunità, un documento che certificherebbe l’assenza di rischio di contagio della persona che lo possiede, in quanto già stato malato e successivamente guarito. E che quindi consentirebbe a coloro che sono risultati positivi al virus e poi guariti di viaggiare o di tornare a lavoro più velocemente.

Ci auguriamo che molto presto tutto questo possa essere solo un triste ricordo.