I Tale Of Us collaborano con gli artisti migliori del panorama techno e non solo; per dare un altro volto al loro ultimo album “Endless”.

Gli ormai noti Matteo Milleri e Carmine Conte, in arte Tale Of Us, sembrano sempre più meritarsi un esteso riconoscimento da parte degli ascoltatori di tutto il mondo. La loro bravura artistica non è più messa in discussione, ma le idee innovative per la promozione della loro musica sembrano davvero d’avanguardia, degne di due pilastri della techno mondiale. Infatti, l’idea di poter collaborare con altri artisti dello stesso calibro per dare vita ad un album di soli remix è alquanto stimolante, sia per gli addetti ai lavori, che per gli ascoltatori.

Tutto ciò riguarda l’ultimo album da loro prodotto chiamato “Endless”, uscito il 31 Marzo 2017, su Deutsche Grammophon, un’etichetta che fa parte del panorama elettronico dagli anni ’50, e che negli ultimi dieci anni ha rilasciato artisti classici dal calibro di Francesco Tristano, Max Richter and Jóhann Jóhannsson. Una mossa audace, dunque, da parte di Matteo e Carmine. Endless, un album classico/ambientale dalle sonorità molto tristi e malinconiche, nasce appunto da “Distante”, una traccia classica rilasciata durante il Piano Day nel 2015, e divenuta successivamente parte dell’album. LP inspirato da Renaat Vandepapeliere, il boss della label internazionale R&S che spinge il duo a proporre un album i quali confini musicali sono progettati per generare introspezione o sentimenti di tristezza, per poter dare la possibilità al pubblico di poter ascoltare qualcosa di più sperimentale ed emotivo da parte del duo, poiché la loro musica è sempre stata, comunque, improntata su suoni melodici e armoniosi.

Tutte le dieci tracce dall’album, più un’undicesima in bonus, dunque, sono state remixate da artisti di spessore internazionale, non solo nel circuito techno, bensì anche da artisti che propongono musica più particolare e di nicchia. “Endless Remixes”, quindi, spazia tra diverse tipologie di sound, miscelando le capacità di geni del suono elettronico, quali: Alva Noto, Kettenkarussell, SCB (AKA Scuba) e Kiasmos, che sono tra i principali contributori insieme a Rødhåd, Antigone and Monoloc. Ultimi, ma non per demerito, possiamo citare anche: Woo York, Sebastian Mullaert, l’italiano Antonio Ruscito e Somne, a cui viene assegnata una bonus track. Le copie digitali di Endless Remixes sono uscite l’1 Dicembre 2017 su tutti i principali portali di musica elettronica, tuttavia per gli amanti del vinile ci sarà la possibilità di avere il formato analogico tra le mani solamente a Febbraio 2018 quando verrà rilasciato in due dischi. Per i lettori di Parkett e per gli appassionati dei Tale Of Us, qui sotto potrete trovare la tracklist dell’album:

01. Definizione Dell’Impossibile (Monoloc Remix)
02. Alla sera (Kettenkarussell’s Triangle Player Rework)
03. Ricordi (Rødhåd Remix)
04. Oltre La Vita (SCB Introspection)
05. Dilemma (Sebastian Mullaert Forestation)
06. Notte Senza Fine (Kiasmos Remix)
07. Destino (Alva Noto Remodel)
08. Distante (Woo York Remix)
09. Venatori (Antigone Remix)
10. Quello Che Resta (Antonio Ruscito Remix)
11. Venatori (Somne Remix) [Bonus Track]

 

Lorenzo Saraga