twenty + = 30

Il 4-5-6 Settembre 2020 prenderà vita la prima edizione di “53100”, nuovo formato di festival in cui si fondono musica elettronica e cultura enogastronomica delle valli del Chianti.

C’è un nuovo ed interessante festival da segnare in agenda per l’estate 2020 in Italia. Stiamo parlando di 53100, evento dalla line-up elettronica in una location “inusuale” come quella del Castello di Selvole, agriturismo e azienda vinicola a 20 chilometri da Siena, più precisamente a Castelnuovo Berardenga.

Immersa nelle colline del Chianti Classico, la struttura che ospiterà il festival non è stata scelta a caso. Di fatto, uno degli obiettivi dell’associazione culturale di Siena S.O.W. ETS, organizzatrice dell’evento, è quello di far conoscere la cultura enogastronomica e le bellezze naturali della zona agli avventori.

Il tutto, condito da una proposta musicale raffinata e pensata per creare una connessione coerente con il contesto dell’evento. Si prevedono infatti performance live e DJ set che spaziano dall’ambient all’elettronica di vario tipo.

Tra la lista di DJ che si alterneranno sui tre differenti palchi di 53100 che vi proponiamo qui di seguito, si notano alcuni talenti italiani e locali così come nomi più navigati nella scena, come la DJ/producer italo-olandese Grand River o Vlada dell’Arma 17 di Mosca:

Camille Maria [IT – 53100]

Emanuele Giannini [IT – Important Records / Experiential Recordings] (live)

Eraldo Bernocchi [IT – RareNoise Records / Transmutation] (live)

Grand River [NL – Spazio Disponibile] (Ambient DJ Set)

Itinerant Dubs [Itinerant Dubs]

Jessica Ekomane [FR – Important Records] (live)

Mark [AU – unterton / A Colorful Storm]

Nosedrip [BE – Stroom]

Ossia [UK – Young Echo / Berceuse Heroique]

Robert Bergman [NL – Brew / The Trilogy Tapes]

Purita D. [NL – Killekill]

Shannen SP [UK – Hyperdub / NTS]

Vlada [RU – Arma17] (Ambient DJ Set)

Ulteriori nomi verranno annunciati, quindi vi invitiamo a visitare la pagina web del festival per rimanere aggiornati e scoprire ulteriori informazioni sull’evento.

In conclusione, 53100 è un qualcosa di diverso che merita visibilità e che si inserisce in quella categoria di festival italiani che coniugano musica, turismo e territorio. Ce ne sono già vari da Nord a Sud, a conferma del fatto che i promoter del nostro paese hanno proposte innovative e guardano oltre.

I biglietti sono già in vendita QUI.