fourteen − 7 =

Tra le tante iniziative a scopo benefico di questo periodo, spicca sicuramente “A Safe Place”, progetto nato grazie all’etichetta tutta italiana Where We Met di Treviso, che raccoglie più di 40 tracce prodotte da artisti di tutto il mondo.

Fa davvero piacere continuare a vedere in quanti, protagonisti del mondo della musica, diano il proprio contributo per combattere contro l’emergenza globale in atto.

Oggi vi parliamo di “A Safe Place”, un progetto tutto italiano e dallo scopo davvero nobile, nato grazie alla collaborazione di più di 40 artisti del panorama underground internazionale. Parliamo di una compilation di più di 40 tracce, realizzate da altrettanti artisti per un progetto il cui unico scopo è quello di aiutare i paesi più poveri nella lotta al Covid-19. Tutto il ricavato infatti, sarà devoluto all’associazione Medici Senza Frontiere, attiva in oltre 70 paesi di tutto il mondo. L’iniziativa della label veneta di Where We Met ha ricevuto moltissimi consensi da etichette che per lo più sono sono label giovani, molte delle quali italiane.

Dall’Italia fino all’Uruguay, da Londra a Berlino, spaziando fra sonorità ambient, electro, trance e techno: “A Safe Place” sarà questo, un vero viaggio all’interno della scena underground internazionale. Tra le più importanti label che hanno contribuito alla realizzazione di questo progetto troviamo sicuramente Slow Life, etichetta italo/spagnola con più di 20 release pubblicate e famosissima anche per i suoi party svolti nel leggendario Hoppetosse di Berlino ed in giro per l’Europa.

Ma non solo. “A Safe Place” include lavori firmati Veniceberg Records, etichetta di uno dei club più influenti in Italia, EYA Records, progetto con base a Londra e Yay Recordings, etichetta nata a Varese, città in cui ha movimentato la vita notturna ospitando i migliori guest internazionali del panorama e la cui ultima release è firmata da Ivan Iacobucci. Ecco la lista completa dei partecipanti al progetto:

Non solo compilation con tracce dai più grandi artisti del panorama underground internazionale, ma anche merchandising che sarà possibile acquistare QUI.

La release invece sarà pubblicata il 25 maggio su Bandcamp.

Che dire, tanta qualità, tanti giovani artisti, ed una causa nobile. Non possiamo che fare i complimenti ai ragazzi di Where We Met per questa grande iniziativa. Non vediamo l’ora di ascoltarla!