eight + one =

Sono stati ufficialmente confermati i due nuovi modelli di Akai MPC in uscita quest’anno, che verranno probabilmente introdotti all’imminente NAMM 2017.

Qualche giorno fa vi avevamo annunciato l’arrivo di due nuove macchine standalone nella serie Akai MPC.

Tutte le informazioni sono state definitivamente confermate: Akai lancerà sul mercato questa primavera due nuovi sampler MPC: la MPC X (che era stata anticipata come MPC Eclipse) e la MPC Live. La notizia che farà gioire molti è il ritorno alla filosofia completamente standalone per questi strumenti, dopo un lungo periodo in cui la casa giapponese ha disegnato modelli della serie MPC in cui era necessario il collegamento ad un PC. Con queste due nuove MPC, l’uso del PC sarà una scelta facoltativa.

akai mpc

La Akai MPC Live riprende molto il concetto che abbiamo visto con la MPC Touch: presenta infatti un case rettangolare con una matrice di pad multifunzione 4X4, alla sua sinistra troviamo uno schermo multifunzione da 7 pollici multi touch, 4 knob a corsa infinita tipo encoder sopra un knob a corsa infinita più grande.

Sotto lo schermo troviamo i tasti per entrare all’interno dei vari menù ed accedere a tutte le funzioni.

La Akai MPC Live è completamente standalone, per cui non ha bisogno di essere collegata ad un computer per funzionare, ha un ingresso RCA phono per collegare un giradischi (da usare per campionamenti o altro), ben 16 GB di memoria interna (di cui 10 GB con campioni e suoni pre-caricati), uno slot sata da 2,5” per installare un hard disk (anche SSD) aggiuntivo, 2 ingressi midi in uscita ed in entrata, 2 GB di ram a disposizione per il sampling live, una coppia di ingressi USB per aggiornare il software interno e un slot SD per caricare altri campioni e suoni. In definitiva ha anche una batteria interna ricaricabile per poter lavorare in libertà anche mentre si è in giro e si cerca l’ispirazione immediata.

E’ stato già annunciato il supporto per Ableton Link.

Questa macchina sarà accompagnata da un modello di fascia superiore, pensato per costituire in maniera completa una sorta di “studio in a box”: la Akai MPC X.

akai mpc

Questa macchina, dalle dimensioni più importanti rispetto alla MPC Live, è composta da un case contenente una matrice 4×4 di knob a corsa infinita, una matrice di pad multifunzione 4×4, comandi fisici per tutte le funzioni di transport previste dal software interno, knob per i volumi in alto a destra ed un VU meter digitale. Il tutto viene sovrastato da un monitor full touch OLED da 10 pollici reclinabile.

Anche in questo caso la macchina funziona in modalità stand alone anche se è previsto a breve il supporto per Ableton Live.

Contestualmente alle due MPC è stato rilasciato anche il nuovo software MPC Studio 2.0.

La Akai MPC Live sarà in vendita dalla prossima primavera ad un prezzo di 1199 euro, mentre la MPC X sarà in vendita dallo stesso periodo ad un prezzo di 1999€

Alessandro Cocco