− two = 1

Aphex Twin ci sta tenendo sulle spine da giorni ed ora lo fa con la notizia di un nuovo video.

Dopo il primo logo apparso nella fermata della metropolitana di Elephant & Castle a Londra, di cui vi avevamo parlato qui, un altro logo è apparso il giorno successivo a Torino, dove l’artista suonerà a novembre, in occasione del Club2Club.

In seguito, altri loghi sono apparsi a Los Angeles, nei pressi della sede di Amoeba Records, a Tokyo, accanto al negozio di dischi Technique e infine a New York, in un’affissione a Manhattan all’intersezione tra la 46th Street e la 12th Avenue.

Un post condiviso da Parkett (@parkettchannel.it) in data:


Tutto ha fatto pensare all’uscita di un nuovo EP che, infatti, è stato annunciato proprio ieri, con un comunicato stampa alquanto particolare, emesso da Warp Records. La press release, realizzata nello stesso stile tridimensionale del logo, rivela il titolo del nuovo progetto “Collapse”, mentre il resto del testo è volutamente difficile da leggere, sia in termini di grafica che di sintassi.

Il logo è apparso per la prima volta nel 1992 sulla copertina del celebre album dell’artista, Selected Ambient Works 85-92, ed è stato da lui utilizzato in passato per altre attività di guerrilla marketing.

Il suo album Syro del 2014, infatti, venne annunciato con l’apparizione di un dirigibile gonfiabile in volo sui cieli di Londra e con adesivi comparsi all’uscita di Radio City a New York, entrambi riconoscibili per il celebre logo.

L’ultima notizia è quella del video del nuovo EP Collapse, la cui premiere avrebbe dovuto essere trasmessa ieri notte durante il programma The Cartoon Network del canale Adult Swim. Tuttavia sembra che il video non abbia passato il test Harding, solitamente utilizzato per verificare se contenuti video sono adatti a persone con precedenti o attuali episodi di epilessia.

Dal profilo Twitter del direttore creativo del canale, Jason DeMarco, si evince che la premiere sarà invece trasmessa online, ma non ci sono aggiornamenti o dettagli ulteriori.

Non è sicuramente la prima volta che Aphex Twin sceglie un video particolarmente forte per una sua traccia: tutti ricorderemo, infatti, “Come to Daddy” del 1998.

Il direttore artistico Chris Cunningham scelse la stessa location del film Arancia Meccanica di Kubrick, inscenando, di fronte a blocchi di case popolari in un quartiere a Sud-Est di Londra, uno dei peggiori video-incubi degli ultimi vent’anni: un’anziana signora porta a spasso il cane quando inizia a vedere terrificanti immagini distorte sullo schermo di una televisione abbandonata. Tra la faccia di Aphex ovunque, gang di ragazzini e mostri spaventosi, questo è sicuramente un video passato alla storia.

 

Richard D. James (vero nome di Aphex Twin) non smette dunque di sorprenderci, soprattutto nella modalità da lui scelta per rivelare i suoi nuovi progetti.

L’artista inglese, che ha sempre avuto un rapporto contraddittorio con i media, rivelò in una rara intervista rilasciata al Guardian nel 2011 di essere un ottimo giocatore di scacchi, una persona in grado di “riconoscere” e giocare “con le possibilità”. Ancora una volta, ne ha dato grande prova.