83 − seventy seven =

Behringer ha annunciato in data 9 settembre, durante il “909 day”, il suo nuovo prototipo della famosa drum machine della Roland degli anni 80: la TR-909. Il “clone” è stato esposto per la prima volta quest’anno al Knobcon di Chicago sottoforma di un modellino 3D.

Happy 909 Day Everybody!

Pubblicato da Behringer su Domenica 9 settembre 2018

Behringer, dopo il prototipo della TR-808 dell’anno scorso (RD-808), decide di ricreare una seconda tipologia della gamma di strumenti della Roland. Considerata un’icona, la TR-909 è uno strumento analogico utilizzato da produttori e dj per comporre tracce e per arricchire i propri live-set (il più noto è sicuramente Jeff Mills) grazie alla presenza di suoni e pattern decisi (che l’azienda tedesca sembra apprezzare moltissimo) e ad una memoria dove poter registrare le proprie performance.

Behringer mantiene salde queste caratteristiche, che rendono la drum machine un “clone” ben fatto. Battezzata dalla casa tedesca sul mercato da quasi 30 anni con il nome RD-909, questo prototipo presenta uscite audio analogiche indipendenti, 64 step-sequencer e una memoria con la quale è possibile registrare 64 patterns e 16 “songs”, ovvero parti integrali di esecuzioni. Inoltre ad arricchire queste preziose funzionalità si aggiungono un integrato “wake designer” con i controlli per Sustain e Attack, e due diversi filter controls.

Behringer non ha presentato altre specifiche tecniche e non ha comunicato il prezzo del suo nuovo prodotto. La data di lancio è anch’essa sconosciuta, per il momento godiamoci un breve video di presentazione.