five + = fifteen

Thrust, sarà il nome dell’ album di debutto di Black Asteroid, alias di Bryan Black.

Dopo aver prodotto e suonato musica Techno ed Industriale per più di due decadi, il noto dj nordamericano Black Asteroid esordirà il mese prossimo, precisamente il 14 di luglio, su Last Gang Records, etichetta canadese fondata nel 2003 che ha un roster molto vario, arrivando anche lontano dai lidi della musica four-on-the-floor

La prima apparizione di Bryan Black come Black Asteroid risale al 2011 con “The Engine EP”, uscito sulla CLR di Chris Liebing, per poi ritrovarlo l’ anno dopo sull’Electric Deluxe di Speedy J con “Black Acid EP”.

L’ album di debutto “Thrust” sarà composto da 10 brani, in molti dei quali saranno presenti diversi vocal nati dalla collaborazione con Cold Cave, presente in 3 tracce dell’ album, Zola Jesus, presente nella terza traccia che prende il nome di “Howl”, e infine con Michele Lamy, moglie di Rick Owens , fashion designer e amico di Bryan, con cui ha lavorato per la produzione dell’ album. La traccia in cui troviamo la collaborazione con Michele Lamy prende il nome di “Tangiers” ed è già stata rilasciata come singolo con il remix di Headless Horseman.

In anteprima ufficiale, intanto, per stuzzicare gli appetiti di chi attende il disco, è uscita “Howl” e possiamo già ascoltarla in tutto il suo particolare intreccio ritmico e vocale che pervade il brano:

Dopo innumerevoli remix e produzioni sparse, è giunta l’ora anche per Bryan Black di consegnare ai propri fan un nuovo e personale album di debutto. Un corposo LP di dieci tracce con una forte componente vocale, quindi un lavoro da cantare oltre che da ballare.

Thrust:

  1. Thrust
    2. Black Moon feat. Cold Cave
    3. Howl feat. Zola Jesus
    4. Space Jung
    5. Tangiers feat. Michele Lamy
    6. Metal Drums
    7. Here Comes Fear feat. Cold Cave
    8. Moon I
    9. Sun Explodes feat. Cold Cave
    10. Chromosphere

Tommaso Naveldi