seventy six − = seventy one

Boudica Music Conference arriva a Bologna il prossimo 11 e 12 novembre.

Nato a Londra nel 2019Boudica un collettivo londinese, un party, una conferenza musicale, un’etichetta, una piattaforma che mette in mostra donne, artist* trans e non binari.

Fondata dalla dj e producer Samantha Togni, Buodica ha come priorità la promozione di artist* penalizzat* dalla mancanza di risorse, ma che potrebbero prosperare con l’accesso e il supporto della giusta piattaforma.

Lo scopo di Boudica è quello di rendere la musica elettronica un’industria e una comunità più inclusiva ed ogni iniziativa mira a dare visibilità a modelli di generi e background sottorappresentati.
“Gli artisti scelti per il nostro primo EP simboleggiano perfettamente la visione di Boudica: senza confini e senza paura sperimentale”, ha affermato l’etichetta in una nota al momento del lancio.

L’obiettivo principale di Boudica Music Conference è quello di ispirare più donne e persone non binarie a essere coinvolte nell’industria musicale.

Punta a combattere la disparità di genere nell’industria musicale nasce dalla necessità di creare ‘safer spaces’ per la comunità e luoghi di incontro per il networking, l’ispirazione e la collaborazione dei generi sotto rappresentati nella musica.

Buodica
“L’unione dei musicisti ha fatto sì che nascesse una conversazione sul benessere e la salute mentale. Abbiamo discusso del meccanismo di coping e dei metodi di cura di sé che abbiamo utilizzato durante questo periodo e di come questo abbia cambiato la nostra pratica creativa.”

Le minoranze di genere e i generi sottorappresentati devono combattere dieci volte più duramente per essere riconosciuti professionalmente in un mondo dominato dagli uomini. Una mancanza di riconoscimento può essere mentalmente estenuante. Ciò provoca anche una maggiore instabilità finanziaria, condizioni di lavoro precarie e pochissimo tempo da dedicare alla cura di sé e al tempo libero.

Anche i generi sottorappresentati devono affrontare non solo il sessismo ma anche le molestie sessuali, entrambe molto comuni nel mondo della musica.

Nel 2020 l’artista e dj Rebekah ha lanciato una campagna #ForTheMusic per aumentare la consapevolezza su aggressioni sessuali, molestie e stupri avvenuti nel mondo della musica dance. Non possiamo permettere che ciò accada, il mondo della musica è rimasto in silenzio per troppo tempo.

In definitiva, il più grande ostacolo è che non c’è abbastanza rappresentazione di artisti femminili, non binari e non conformi al genere nel settore stesso per affrontare questi problemi e la mancanza di modelli di ruolo per la fiducia dei giovani.

Boudica, nel suo primo evento italiano in collaborazione con Mariolina Catani (TANK – Serbatoio Culturale Bologna), ha come obiettivo quello di aprire il settore dell’industria musicale a diverse identità e di portare al suo interno una rappresentanza diversa, ed entrare nell’industria musicale fornendo modell* e professionist* a cui ispirarsi.

Boudica

PROGRAMMA

11 NOVEMBRE
Dalle 15 alle 17 @ MAMBo (Sala Conferenze)
Beginner DJ Workshop with Start From Scratch  (Pioneer DJ)
Il workshop si concentrerà sulle basi delle principali tecniche da DJ.

Host:
Samantha Togni (Boudica)
Michel Corradi (Pioneer DJ)
Max Monti (Director – Music Academy Rimini)

Dalle 20 alle 21.30 @ Tank Serbatoio Culturale

Workshop: Come aprire una label e autoprodursi (powerd by Equaly)

Il workshop è rivolto a musicist/producer sia che aspirano ad autoprodursi, sia a chi vuole iniziare a lavorare dietro le quinte nel mondo della discografia.

Host:
Lucia Stacchiotti
(iCompany, luovo, Concerto 1 maggio – Roma)

12 NOVEMBRE

Per tutti i talks ticket gratuito su Resident Advisor (posti limitati)
Talks @ MAMBo – Museo D’Arte Moderna di Bologna

Dalle 14.30 alle 15.30
Decostruire gli Stereotipi. Strategie per superare il divario di genere nell’industria musicale.

A seguito dei preoccupanti dati riguardanti la rappresentazione delle minoranze nell’industria musicale, vogliamo discutere possibili soluzioni per creare opportunità e spazi per combattere queste disparità.
Nonostante le conversazioni sulle statistiche e l’urgenza di continuare a lavorare per un ambiente più inclusivo, c’è ancora molta strada da fare per sradicare completamente la discriminazione negli ambienti musicali. L’industria deve essere in grado di garantire spazi in cui tutti possano sentirsi al sicuro.

Speaker:
Carmela Massa (Parkett)
Mariolina Catani (Tank club Bologna)
Flavia Guarino (Dice)
Emanuela Teodora Russo (Nuovo IMAIE/Note Legali/ Studio d’Ammassa)
Modera:
Laura Gramuglia (speaker radiofonica/scrittrice)

Dalle 15.30 alle 16.30

Conversazione con dj Lady Starlight (New York)

Lady Starlight è una delle DJ e performing artist americane più originali e interessanti della musica elettronica. Lady Starlight ci racconterà del suo background, dei  tour mondiali come supporter a Lady Gaga e dei suoi live set unici.

Modera:
Samantha Togni (Boudica/Flesh)

Dalle 17.00 alle 18.00
Spazi Sicuri: Denunciare e combattere sessismo e molestie nell’industria musicale
Due dei problemi più prevalenti nell’industria della musica elettronica continuano ad essere il sessismo e le molestie sessuali.  Donne e persone non-binary e trans* devono ancora affrontare enormi barriere all’interno del settore. All interno del contesto dell industria italiana la discussione si concentrerà su possibili soluzioni e modalità per continuare a creare un sistema in cui tutti si sentono sicuri e protetti.

Speaker:
Albi Scotti (DJ Mag)
ARYA
Azzurra Funari (Restart)
Sara Colantonio (Equaly)
Modera: TBA

Dalle 18.00 alle 19.00
Proteggiamo le comunità a tutti i costi
Negli ultimi anni ciò che il governo non è riuscito a capire è che i club, i collettivi e gli spazi indipendenti sono santuari in cui le persone possono riunirsi, essere se stesse e sentirsi libere.
Ora che siamo riunit* a queste parti vitali del settore, i nostri speaker riflettono sull’ industria post pandemia.

Speaker:
Gianni Chelli  (LaRoboterie)
L I M
Marta Fantini (Five Question Marks)
PLAYGIRLS FROM CARACAS
Marzia (Elastico Records)
Modera:
Claudia Attimonelli (Docente all’Università di Bari in Teoria del linguaggio e scienze dei segni/Autrice de: L’Elettronica è donna; TECHNO ritmi afrofuturisti)
—–
Party event @ LINK 2.0
LINE UP
23:00-23:30 Warm up
23:30_ Tying Tiffany LIVE
00:30_ Lady Starlight LIVE
02:00_ Juliana Huxtable
03:30_ Nene H
05.30_ Tedesco