forty two − thirty two =

Burial, Marcel Dettmann, Scuba, Lucy, Silent Servant e lo stesso Luke Slater; sei enormi artisti remixano un classico del 1997 dello stesso Slater: “Love”.

Un disco per otto remix. E non dei remix a caso, ma otto illustrissimi remix di “Love“, una delle tracce più conosciute e apprezzate del titano della techno internazionale Luke Slater. Protagonisti degli otto remix sono sei dei più grandi nomi della scena della musica elettronica, con particolare riferimento al lato più ruvido e crudo.

William Emmanuel Bevan, meglio conosciuto come Burial, si è occupato della traccia di apertura. Dopodiché è la volta dell’italianissimo Luca Mortellaro aka Lucy, mente dietro l’etichetta di successo Stroboscopic Artefacts.

Anche lo stesso Slater si occupa di due remix sotto alcuni suoi celebri alias: The 7th Plain e soprattutto Planetary Assault Systems. Chiudono l’EP di remix Marcel Dettmann, con un “City Remix” e un “Black Glove Remix”, Scuba e Silent Servant.

L’iconica traccia originale di Luke Slater, “Love”, comparve per la prima volta nel 1997 all’interno dell’album “Freek Funk“, secondo full-lenght dell’artista britannico. Al tempo uscì su NovaMute, così come l’EP “Love (Loved)” che, l’anno successivo, fu pubblicato con al suo interno proprio “Love” e la traccia “Class Action”.

“Love Remixes”, invece, verrà pubblicato sulla Mote-Evolver di Slater il prossimo 17 maggio. Qui sotto, in anteprima rispetto alla data di uscita, il “Black Glove Remix” di Marcel Dettmann.

TRACKLIST

01. Love (Burial Remix)
02. Love (Lucy Remix)
03. Love (The 7th Plain Collage Remix)
04. Love (Planetary Assault Systems Low Blow Remix)
05. Love (Marcel Dettmann City Remix)
06. Love (Silent Servant Remix)
07. Love (Marcel Dettmann Black Glove Remix)
08. Love (Scuba Bagleys Remix)