34 − = thirty three

“Automatic Window” è il nuovo disco di Cesare vs Disorder per Sulemain Records.

Cesare vs Disorder, all’anagrafe Cesare Marchese, ci presenta in anteprima il suo nuovo EP Automatic Window in uscita il 15 Aprile 2022,proprio per l’etichetta canadese Sulemain Records.

Cesare è un DJ, produttore musicale-compositore, ingegnere del suono e fondatore di Serialism Records e Morning People. Un  artista nomade e multiculturale, partito dall’ Italia verso la fine degli anni ’90, si trasferisce a Londra per qualche decennio dove si lascia ammaliare da suoni garage e acidi tipici di quegli anni. Ma è a Berlino che la sua carriera inizia a decollare, diventando resident e suonando regolarmente nei club più influenti della città.

Con gran parte della sua recente produzione incentrata sul vinile, la sua musica è diventata roba da veri intenditori, complice anche per essere un noto DJ booking dal gusto impeccabile come selezionatore. Il suo rispettato catalogo include brani e remix di Ninja Tune/Big Dada, Cocoon, BPitch Control, Transmat, Crosstown Rebels e Watergate Records, solo per citarne alcuni.

Da qualche anno vive in Brasile dove sta lasciando il segno e, pian piano, sta diventando la punta di diamante nella vita notturna brasiliana, grazie al lavoro della sua etichetta Serialism. La sua estrosità lo ha portato a comporre colonne sonore per film, serie TV, cortometraggi e documentari raggiungendo, con alcuni di essi, prestigiosi festival cinematografici in tutto il mondo. Le influenze sonore raccolte in giro per il mondo hanno portato l’artista a spaziare da una house raffinata alla techno lenta, dai groove soul alla breakbeat e minimal industriale.

Cesare vs Disorder è uno stimato produttore noto per il suo stile analogico di stripped back house e “Automatic Window” rispecchia categoricamente il suo creatore.

E’ proprio la traccia che da il nome all’ ultimo album quella più influenzata dai suoni garage di una Londra di fine primo secolo, un basso pesante e un’intensità minacciosa, che è amplificata da intrecci vocali atmosferici.

 

“Just A Couple Hrs” ha una linea di basso acida e stridente fusa con una melodia bleeping e una serie di trame trippy stratificate con i toni scivolanti in un pad distopico.

“Peruibe” è una traccia sperimentale downtempo con trame dubby lavate in ritardo e melodie sognanti che ricordano altre come Nathan Fake.

“Shanghai – São Paulo” ha ritmi strascicati e un forte charleston insolito, che fornisce la struttura per un inquietante suono di flauto che sviluppa una tensione di fondo perfetta per la pista da ballo.